BRIOCHE CON LIEVITO MADRE, buone e soffici fino al giorno dopo!

Brioche con lievito madre, un impasto perfetto che le rende soffici fino al giorno dopo! Ottime a colazione o a merenda da sole, con marmellata o nutella!

Col tempo ho provato diversi tipi di impasto per brioche, tutti validissimi e buonissimi. Con l’avvento del “lievito madre” non vedevo l’ora di sperimentare anche un impasto per brioche con la mia nuova “creatura”.

Il risultato? Delle brioche tanto, ma tanto soooffiiiciii…. Nessun retrogusto di lievito e si conservano bene fino al giorno dopo e anche più con un breve passaggio al micro.

Prendete carta e penna e segnatevi gli ingredienti!

Guarda come si fa a CREARE E CURARE IL LIEVITO MADRE, proprio facile coi miei consigli!

Guarda anche l’IMPASTO PER ROSTICCERIA SICILIANA, senza uova e senza latte ottimo anche per le brioche!

Sei su PINTEREST? Allora seguimi anche lì, avrai una visione d’insieme di tutte le mie ricette!

brioche con lievito madre
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    25 + lievitazione minuti
  • Cottura:
    25 minuti
  • Porzioni:
    12 persone

Ingredienti

  • Farina 0 300 g
  • Farina 00 200 g
  • Lievito madre 150 g
  • Latte 250 g
  • Miele 1 cucchiaino
  • Zucchero 100 g
  • Uova 1
  • Burro morbido 100 g
  • Sale 10 g
  • Scorza d’arancia q.b.
  • tuorlo e latte (per spennellare) q.b.

Preparazione

  1. brioche con lievito madre

    Per questa ricetta dovrete rinfrescare il lievito almeno 4 ore prima. Il vostro lievito madre dovrà risultare raddoppiato.

    Tirate fuori il burro dal frigo mezz’ora prima (o ammorbiditelo al microonde, ma non scioglietelo)

  2. Sciogliete il lievito nel latte a temperatura ambiente, quindi aggiungete anche il miele.

    Unite le farine con lo zucchero e cominciate ad impastare.

    Sgusciatevi l’uovo, infine aggiungete il sale, l’aroma e impastate. Dovrete ottenere un impasto liscio e omogeneo.

    Infine schiacciate leggermente l’impasto e aggiungete il burro un pezzetto alla volta. Incorporatelo impastando e non mettetene altro finchè il precedente non è completamente assorbito.

  3. Quando sarà sodo e omogeneo, tirate le “orecchie” al vostro impasto e ricongiungetele al centro premendo verso l’interno.

    Ruotate il panetto e ripetete per 4/5 volte.

    Formate una palla e infine fate riposare l’impasto per un’oretta al riparo da correnti. Coprite con un telo o della pellicola.

    Trascorso il tempo necessario staccate dall’impasto delle porzioni di circa 50 max 70 g e formate delle palline, spingendo l’impasto con i pollici e arrotolando verso di voi.

    Arrotondate le brioche e sistematele sulla leccarda del forno rivestita con carta forno distanziandole fra di loro.

  4. Poggiatevi sopra dei fogli di pellicola e fate lievitare le brioche con lievito madre per circa 10 ore in luogo asciutto e tiepido (il forno spento va bene). Vi consiglio di regolarvi nei tempi in modo da porre a lievitare la sera dopo cena e sfornare le vostre brioche fragranti il mattino successivo (potete eventualmente prolungare il tempo di riposo dopo l’impasto, non succede nulla).

    Quando le brioche saranno raddoppiate (dopo 10 ore circa, dipende dalla temperatura e dalla forza del vostro lievito madre), spennellatele delicatamente con una miscela di tuorlo e latte e infornate in forno caldo a 180 °C per circa 25 minuti.

    Sfornate e lasciate intiepidire le brioche con lievito madre prima di consumarle.

Precedente PACCHETTI DI SALAME DI CIOCCOLATO, senza uova nell'impasto! Successivo VELLUTATE LIGHT 5 RICETTE FACILI E DETOX

2 commenti su “BRIOCHE CON LIEVITO MADRE, buone e soffici fino al giorno dopo!

  1. La ricetta della marmellata di cedri fatta in casa, cremosa e dolce, è una promessa troppo allettante per resistervi. Pieno di goloso entusiasmo mi accingo a prepararla.
    Alla fine la triste scoperta: la promessa è zoppa! La marmellata è sì cremosa, ma è così amara che in un attimo di terrore ho pensato di essere vittima di un tentato avvelenamento!
    Domanda: se volevate avvelenare qualcuno, non sarebbe stato più semplice prescrivergli una generosa dose di cicuta? Grazie…..

Lascia un commento