Arrosto di cinghiale con salsa di mele e castagne

L’arrosto di cinghiale questo sconosciuto…. almeno per me, fino a quando non mi sono inventata questa ricetta che vi consiglio vivamente di provare e di tenerlo in considerazione per le imminenti festività pasquali 😉

Provate anche solo con le  mele, io a suo tempo avevo bollito e surgelato le castagne, e ho voluto impiegarle in questa ricetta. Ho pensato infatti che le castagne si sposassero bene con l’animale in questione in quanto provenienti dallo stesso ambiente boschivo…. e ho pensato bene, perchè ho ottenuto un armonia di sapori davvero unico!

Ok, basta autoincensarmi e passo alla ricetta! 🙂 Anzi prima mi “autoschianto”, dicendovi (ma già ve ne sarete accorti!) che le foto non sono il massimo e a vederle non sembra poi questo gran ricetta: gli ospiti che aspettano a tavola, e dobbiamo mangiarlo tutto, e non posso mettere da parte qualche fettina da fotografare sporcando tutti i piatti possibili immaginabili per ottenere una “posa” che vada bene, spatasciato sul piatto e via, macheduralavitadafoodblogger…. ma vi assicuro che è buonissimo,  mi credete sulla parola?

Ingredienti

un cosciotto di cinghiale giovane

2/3 mele

una manciata di castagne bollite

uno spicchio d’aglio tritato

mezza cipolla tritata

2 carote

2 cipolle

1/2 bicchiere di brandy

2 bicchieri di latte

1/2 bicchiere di whisky

olio extravergine d’oliva

q.b. di sale e pepe

farina 00

Disossate (ebbene si, ho disossato!) il cosciotto di cinghiale seguendo l’osso, e ottenendo una bella fettona di carne… oppure acquistatela già bell’e pronta dal vostro macellaio di fiducia 🙂

Allargatela per bene e cospargete con sale, pepe, aglio e cipolla tritati e le castagne bollite (lasciatene qualcuna per il condimento). Arrotolate stringendo per bene e legate con lo spago.

In un tegame capiente, io ho utilizzato la wok di Illa, rosolate le cipolle e le carote tagliate a cubetti, con tanto olio quanto basta. Infarinate il rotolo di cinghiale e unitelo alle verdure. Rosolatelo per bene rigirandololo. Versate 1/2 bicchiere di brandy e fate sfumare a fiamma vivace.

Abbassate la fiamma e aggiungete le mele, tagliate in quattro e poi a fettine sottili, unite anche qualche castagna bollita. Aggiungete i due bicchieri di latte, salate, pepate, e coprite. Lasciate cuocere a fiamma bassa 50 minuti circa rigirando di tanto in tanto.

A questo punto versate il mezzo bicchiere di whisky, lasciate cuocere per altri 10 minuti. Fate riposare l’arrosto e tagliatelo a fette.

Servite col sugo di cottura eventualmente passato al setaccio o frullato.

 
Precedente Polpette e finti fagiolini con le bucce di fave Successivo Dolcetti morbidi al cocco

9 thoughts on “Arrosto di cinghiale con salsa di mele e castagne

Lascia un commento