Roast beef inglese - Ricetta base

Fin da bambina, ho sempre adorato il roast beef inglese. Qualche volta mia mamma lo acquistava al supermercato, quando il lavoro le lasciava poco tempo per cucinare la cena, come alternativa al carpaccio, che spesso rinfrescava le nostre cene estive.

In qualche occasione, mi capitava anche di mangiare il roast beef inglese fatto in casa, con quella saporita salsina d’accompagnamento che rendeva la carne ancora più irresistibile, ma ho sempre pensato che in qualche modo fosse una preparazione complicata. Del resto, pensandoci bene, il pezzo di carne si cuoce intero ed immaginavo che il cuoco dovesse indovinare con estrema maestria il momento esatto per interrompere la cottura. E poi, come si fa ad ottenere un roast beef inglese morbido e succoso? Ho pensato che, in fondo, fosse una ricetta troppo difficile per me.

Fino a che un giorno non ho deciso di provare a fare il roast beef inglese, seguendo il vecchio manuale di cucina con cui mia mamma, fresca fresca di matrimonio, ha imparato a cucinare a suo tempo. Il risultato è stato strepitoso: carne morbida e succulenta, cotta perfettamente, raggiungendo esattamente il punto di cottura che avevo in mente.

Il roast beef inglese perfetto? E’ semplicissimo in realtà, molto più di tanti altri arrosti: bastano solo gli accorgimenti giusti. Ed eccomi qui, come sempre, a condividerli con voi in una ricetta a prova di imbranato! :P

Roast beef inglese Ricetta secondi piatti

•••••

roast beef inglese

ingredienti | per 4-6 persone

1 kg di lombata di manzo in un unico trancio (roast beef)
un rametto di rosmarino
qualche fogliolina di salvia
poco olio extravergine d’oliva
sale

per la salsa
mezzo bicchiere di vino bianco secco
uno spicchio d’aglio
un ciuffetto di salvia
un rametto di rosmarino
un cucchiaio circa di olio extravergine d’oliva
sale, pepe

procedimento

Legare il trancio di roast beef con uno spago da arrosti, in modo che non perda la propria forma in cottura. Inserire il rosmarino e la salvia sotto allo spago. Collocare il trancio su una griglia pennellata con poco olio, adagiata sul fondo di una teglia, in modo da consentire alla carne di non toccare il fondo.
In alternativa, è possibile utilizzare la griglia standard del proprio forno: per facilitare le successive operazioni di pulizia, è consigliabile collocare una teglia o una leccarda foderata con alluminio al di sotto della griglia.

Preriscaldare il forno ventilato a 200*C (210°C se si usa il forno statico), ungere la griglia su cui si intende collocare il trancio di roast beef ed adagiarlo al di sopra, con lo strato di grasso (quasi sempre presente, seppur in modesta quantità) rivolto verso l’alto. Non salare la carne nè prima, nè dopo la cottura, ma solo al momento del taglio.

Far arrostire per 10-15 minuti, quindi ridurre la temperatura a 160°C (170°C con forno statico) e cuocere fino al punto di cottura desiderato, secondo la tabella che segue, determinando il tempo di cottura in base al peso della carne:

Tempo per ogni 500 g Livello di cottura Temperatura al cuore
da 18 a 20 minuti cottura molto al sangue 45°C
da 20 a 25 minuti cottura media 53°C circa
da 25 a 30 minuti cottura a punto 60°C

A cottura ultimata, procedere con l’importante fase del riposo, che garantirà un roast beef inglese tenero e succoso e consentirà di ultimare perfettamente la cottura. Rimuovere la carne dalla griglia ed adagiarla immediatamente su di un foglio di alluminio, chiudere bene e riporre nuovamente nel forno spento con la porta aperta, lasciando riposare per almeno 15 minuti.

Trascorso questo tempo, è possibile salare ed affettare la carne, realizzando preferibilmente fette sottili da adagiare su un vassoio da portata, da servire calde, tiepide o fredde.

Con il fondo di cottura, è possibile realizzare una salsa saporita. In un pentolino, scaldare un cucchiaio di olio con uno spicchio d’aglio pelato e schiacciato; quando inizierà a sfrigolare, unire le erbe aromatiche ed il vino, quindi lasciare sfumare. Infine, aggiungere i succhi di cottura della carne, mescolare e lasciare cuocere per circa 5 minuti. Salare, pepare e portare in tavola ancora calda, filtrandola in una salsiera, unitamente al vassoio del roast beef inglese.

un consiglio in più

Come si può notare, il procedimento è estremamente semplice: va da sè che la qualità della carne riveste particolare importanza nella buona riuscita di questo piatto. Preferite quindi carne fresca, soda e di qualità.

•••••

Roast beef inglese - Ricetta facile

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia, seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)
Lifferia è anche su TwitterGoogle+Pinterest e Instagram!

Torna alla HOME PAGE oppure naviga tra le RICETTE
…e non dimenticare di iscriverti alla NEWSLETTER GRATUITA di Lifferia.

Vuoi dirmi o chiedermi qualcosa? Lascia un COMMENTO o CONTATTAMI! :-)

2 Commenti su Roast beef inglese, ricetta a prova di imbranato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.