Piadina con salsiccia peperoni e cipolle

Ci sono anche giornate come questa, un po’ svogliate e lente, quelle in cui tutto sembra eccessivamente complicato. Qualche linea di febbre, tanta stanchezza e la voglia di fare che sbiadisce. A chi non capita? Per queste evenienze (e non solo), alla Lifferia ci salviamo in corner con la piadina con salsiccia peperoni e cipolle, un’idea dal sapore deciso e confortante, ma che non richiede troppa fatica nella realizzazione.

La piadina con salsiccia peperoni e cipolle è frequente nei chioschi delle piadine emiliane ed è una farcitura tipicamente dedicata a quelle circostanze in cui la piada non funge semplicemente da merenda spezzafame per i ragazzini usciti dalla scuola, ma da piatto unico, da consumare in compagnia per un pranzo veloce o una cena informale tra amici.

In particolare nella bella stagione, non è infrequente trovare gruppi di amici e amiche che stringono tra le mani la propria piadina, chiacchierando in compagnia sulle panchine o sulle sedie adiacenti ai chioschi. La celebre preparazione romagnola è infatti ben diffusa anche in Emilia. La piadina con salsiccia peperoni e cipolle è una delle tante opzioni possibili, da gustare rigorosamente calda e fumante.

Quando ero poco più che una ragazzina, dopo una serata trascorsa in compagnia, andavamo talvolta a gustare una piadina nel cuore della notte: i ragazzi del gruppo, guidati da un appetito da leoni, ordinavano piadine che farebbero impallidire chiunque. Oggi, con un po’ di anni in più, lascio che siano i giovanissimi a fare queste abbuffate notturne, ma ancora mi gusto la piadina con salsiccia peperoni e cipolle, rigorosamente fatta in casa, portandola in tavola in quelle occasioni in cui cerco una cena appagante e gustosa, ma non ho troppa voglia di stare troppo tempo ai fornelli.

Piadina con salsiccia peperoni e cipolle

•••••

piadina con salsiccia peperoni e cipolle

 

ingredienti | 4 pezzi

per le piadine (come da ricetta indicata qui)
250 g di farina 0
95 ml di acqua
37 g di strutto
mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio
mezzo cucchiaino di sale

per la farcitura
una salsiccia
un piccolo peperone
una piccola cipolla
una mozzarella
uno spicchio d’aglio
sale, pepe

procedimento

Preparare le piadine. In una ciotola, riunire la farina, lo strutto a temperatura ambiente, il bicarbonato ed il sale, quindi iniziare ad impastare unendo gradualmente l’acqua e lavorando l’impasto brevemente fino a che non si sarà ottenuto un impasto liscio ed omogeneo. Ricavare un cilindro e avvolgerlo nella pellicola trasparente, quindi far riposare per circa 30 minuti.

Nel frattempo, preparare la farcitura. In una padella, sbriciolare la salsiccia, unire l’aglio schiacciato, la cipolla pelata e affettata ad anelli ed il peperone lavato, mondato e tagliato a striscioline. Far rosolare a fiamma vivace, saltando spesso per uniformare la cottura, fino a che il tutto non risulterà cotto e dorato. Regolare di sale e pepe.

Trascorso il tempo di riposo dell’impasto, tagliarlo in quattro fette. Sulla spianatoia, con l’aiuto di un matterello, stendere ciascuna porzione in una sfoglia sottile, con spessore secondo i propri gusti, tenendo presente che in cottura si gonfieranno un po’.

Riscaldare il testo o la padella e, nel frattempo, affettare la mozzarella. Quando il testo sarà ben caldo, cuocervi la piadina da un lato, quindi girarla e adagiarvi qualche cucchiaio della farcitura preparata in precedenza e qualche fetta di mozzarella, quindi chiuderla subito piegandola in due. Cuocere da entrambi i lati della mezzaluna ottenuta e servire la piadina con salsiccia peperoni e cipolle ben calda.

•••••

Piadina con salsiccia peperoni e cipolle

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)
Lifferia è anche su TwitterGoogle+ e Pinterest!

Torna alla HOME PAGE oppure naviga tra le RICETTE
…e non dimenticare di iscriverti alla NEWSLETTER GRATUITA di Lifferia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.