Melanzane gratinate

Tempo fa, mi ero imbattuta in una fotografia che ritraeva delle melanzane gratinate rossicce, non molto belle da vedersi, ma che in un qualche modo mi ispiravano, poichè io già immaginavo di cucinarle e assaporarle. Poi, proprio oggi, mi sono ritrovata faccia a faccia con una melanzana solitaria nel frigorifero e mi è tornata in mente quella visione. Dovevo farla per forza.

Non sarà un piatto lussuoso e sofisticato, non sono belle nè eleganti, ma le melanzane gratinate al pomodoro sono brutte ma buone: sono leggere, perchè non sono fritte, perciò non appesantiscono e, grazie a quella crosticina croccante e saporita, verrebbe voglia di mangiarne un’infinità. Inoltre, si cuociono abbastanza in fretta, prerogativa interessante, perchè si possono preparare anche quando si ha poco tempo da dedicare alla cucina.

Le melanzane gratinate, insomma, saranno anche bruttine, rustiche e rozze, ma sono sfiziose e irrinunciabili… con un occhio anche alla linea. ;-)

Melanzane gratinate

•••••

melanzane gratinate brutte ma buone

scarica la ricetta stampabile

ingredienti | 2 persone

una melanzana
5 cucchiai di pangrattato
2 cucchiai di Parmigiano Reggiano
2 spicchi d’aglio
una tazzina colma di passata di pomodoro
un ciuffetto di prezzemolo
una presa di origano
qualche foglia di basilico
qualche cucchiaio di olio extravergine d’oliva
sale, pepe

procedimento

Lavare la melanzana, mondarla e tagliarla a fettine, in modo da ottenere dei dischetti non troppo spessi (circa mezzo centimetro: questo agevolerà la cottura). Cospargere con il sale e lasciare spurgare mentre si prepara il gratin.

In una terrina, riunire gli spicchi d’aglio passati con lo spremiaglio, il pangrattato, il Parmigiano Reggiano, il prezzemolo e il basilico tritati e l’origano, quindi mescolare bene per uniformare il composto. Unire la passata di pomodoro e mescolare; aggiungere qualche cucchiaio d’olio, quel che basta per ottenere un composto umido, simile alla sabbia bagnata (indicativamente un paio di cucchiai, ma questo dipende anche dalla densità della passata di pomodoro utilizzata). Regolare di sale e pepe e mescolare bene fino ad ottenere un composto omogeneo.

Ungere una pirofila con poco olio, oppure foderarla con carta da forno, quindi raccogliere con un cucchiaio un po’ di gratin, disporlo sulle fette di melanzana e praticare una pressione con le dita per farlo aderire. Adagiare la fetta di melanzana nella pirofila e proseguire fino ad esaurimento delle fette. Al termine, versare pochissima acqua sul fondo della pirofila, senza bagnare il gratin: basteranno un paio di millimetri dal fondo, che evaporeranno in cottura ma garantiranno una cottura perfetta delle melanzane, senza compromettere la friabilità del gratin.

Cuocere le melanzane gratinate in forno elettrico ventilato preriscaldato a 200°C per circa 20 minuti.

•••••

Melanzane gratinate

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)

Lifferia è anche tu TwitterGoogle+ e Pinterest!

2 Commenti su Melanzane gratinate… Brutte ma buone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.