Costine di maiale aromatiche

Dategli una griglia e un po’ di carne e vi solleverà il mondo: è il mio papà. :-)
Sardo di nascita, emiliano di adozione, con un animo fortemente legato alla sua Germania in cui ha passato tutta l’infanzia, il mio papà è il Re del barbecue.

Se riceveste mai un suo invito per una grigliata, accettate. Guardatelo (tanto è irraggiungibile), tacete e non dispensate consigli (non ne ha bisogno e inoltre lo irritano), quindi sedetevi a tavola e lasciate viaggiare le vostre papille gustative.

Le costine di maiale sono la sua punta di diamante, ma lui, che è il Signore del Fuoco, trasforma in una delizia tutto quello che poggia sulla griglia: salsicce, fiorentine, costate, pollo, agnello, ma anche zucchine, melanzane, peperoni, cipolle di Tropea e cipollotti, funghi. E sono certa di aver dimenticato qualcosa.

Io non sono proprio una esperta di barbecue: vuoi per le scarse possibilità di accendere fuochi nei posti in cui ho abitato, vuoi perchè è più facile piombare a casa del papà e andare a colpo sicuro.

Fatto sta che, quest’estate, i miei genitori sono venuti a trovarmi e abbiamo fatto la grigliata. Non sono state cotte tutte le costine, perciò una parte è avanzata e le ho messe via. Qualche tempo dopo mi sono posta il problema di doverle consumare e le ho fatte nel forno. Con mia grande sorpresa, sono venute buone e gustose, tant’è che di tanto in tanto le compro, a differenza del passato, in cui le evitavo.

Poi, un giorno, mentre accendevo il forno pensavo: “Ora devo aspettare 15-20 minuti perchè il forno raggiunga la temperatura, ed altrettanti per la cottura… ma se provassi con il forno a microonde?”. L’esperimento è stato così ben riuscito che ora le preparo così, nella metà del tempo e con ottimi risultati.

Costine di maiale aromatiche

•••••

costine di maiale aromatiche

ingredienti

800 g di costine di maiale
4 foglie di alloro
3 bacche di ginepro
3 cucchiai di salvia essiccata
2 rametti di rosmarino fresco (circa 40 cm complessivi di ramo)
una piccola cipolla
uno spicchio d’aglio
un cucchiaio di timo essiccato
un cucchiaino raso di zucchero di canna
un cucchiaino colmo di paprika forte*
un cucchiaino colmo di sale fino

* La quantità di paprika forte dipende dalla vostra propensione ai sapori piccanti. Con un cucchiaino la paprika si sente appena ed è una dose adatta a chi non è abituato al gusto piccante (come nel caso del Socio Liffo). Se invece siete abituati a mangiare più piccante, sentitevi liberi di aumentare la paprika.

procedimento

Preparate le costine come di consueto: io, dal canto mio, le pulisco cercando di eliminare quanto più grasso riesco. Appartengo a quella categoria di persone che non ama ritrovarsi il grasso in bocca, quindi, con l’aiuto di un coltello affilato, lo elimino. Praticare un’incisione subito accanto all’osso, in modo da agevolare la cottura. Qualora le costine abbiano una forma molto irregolare (talvolta capita che ci siano pezzi di carne a penzoloni attaccati a una costina, ad esempio), tagliare l’eccedenza: verrà comunque cotta insieme alle costine, ma avere costine di dimensioni omogenee consentirà una cottura altrettanto omogenea.

Nel contenitore di un tritatutto, inserire la cipolla, l’alloro, la salvia, il rosmarino privato del rametto, l’aglio privato dell’anima, le bacche di ginepro, il timo, lo zucchero, la paprika e il sale, quindi azionare il tritatutto e sminuzzare il tutto fino ad ottenere un trito umido, fine ed omogeneo.

Costine di maiale aromatiche

Distribuire generosamente il trito aromatico sulle costine e sugli eventuali ritagli che si sono venuti a creare, avendo cura di premere leggermente con le dita per farlo penetrare nella carne e di seguire anche eventuali insenature in prossimità dell’incisione vicino all’osso.

Disponete le costine sul piatto Crisp, su un lato, e, se il tempo a disposizione lo permette, coprire con un foglio di alluminio e lasciar riposare per un’ora: assorbiranno meglio gli aromi.

A riposo ultimato, rimuovere il foglio di alluminio e inserire in forno a microonde. I tempi di cottura variano molto in base alla dimensione delle costine:

  • per costine piccole (tipo quelle che si trovano in vaschetta al supermercato, lunghezza costina circa 15-20 cm): 5 minuti con programma Crisp, fermare il forno, girare tutte le costine sull’altro lato, 3 minuti con programma Crisp, 2 minuti solo grill;
  • per costine lunghe (tipo il costato intero che vendono grossisti e, volendo, macellai, lunghezza costina circa 30-40 cm): 10 minuti con programma Crisp, fermare il forno, girare tutte le costine sull’altro lato, 8 minuti con programma Crisp, 2 minuti solo grill.

Se non avete l’abitudine di usare spesso il forno a microonde, fatevi aiutare anche dagli occhi: le costine cotte si presenteranno un po’ scure e la carne dovrebbe staccarsi dall’osso tirando leggermente con una forchetta. Se per caso, la carne fosse troppo secca e vi rimane l’osso in mano, avete sicuramente esagerato con la cottura.

•••••

Costine di maiale aromatiche

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)
Lifferia è anche su TwitterGoogle+ e Pinterest!

Torna alla HOME PAGE oppure naviga tra le RICETTE
…e non dimenticare di iscriverti alla NEWSLETTER GRATUITA di Lifferia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.