Cornish pasty

Prima o poi capita a tutti. C’è il giorno in cui la dispensa offre poche possibilità, non si è andati a fare la spesa e non si ha proprio voglia di una frittata, ma qualcosa di più sfizioso.

A noi è successo, una domenica, di chiederci cosa avremmo potuto fare per cena. Non avevamo voglia di pasta, non avevamo bistecche in casa e la cartuccia della pizza era già stata sparata la sera precedente. E così, abbiamo fatto i Cornish Pasties. Un Cornish Pasty può essere definito come un fagottino di frolla salata che racchiude un ripieno saporito a base di carne. Sono tipici della Cornovaglia (da qui il nome) ed ha origini medievali, un pasticcio che veniva impiegato come pasto al sacco dei lavoratori. Tipico piatto inglese, il Cornish Pasty, da qualche anno si è guadagnato il marchio IGP.

Mi ero imbattuta in una ricetta de La Cucina Italiana, attraverso la quale ho scoperto questi fagottini. Così li ho provati e il risultato è stato superiore alle nostre aspettative: mi sono subito scritta la ricetta che da diversi anni ci delizia di una cena tanto semplice quanto sfiziosa.

Cornish pasty

•••••

cornish pasty

 

ingredienti

350 g di macinato magro di manzo
300 g di farina
250 g di patate
150 g di burro
150 g di cipolle
1 uovo
brodo
prezzemolo
timo
salvia
sale, pepe

procedimento

Impastare la farina con il burro fino ad ottenere un composto granuloso. Aggiungere 70 g di acqua con un pizzico di sale, poca alla volta, e lavorare finché l’impasto non sarà liscio e omogeneo. Avvolgere il panetto nella pellicola e riporlo in frigorifero a riposare per almeno mezz’ora.

Affettare con la mandolina le patate e le cipolle, riducete ulteriormente la dimensione delle patate in modo che non rendano difficoltosa la chiusura del fagottino, e mescolarle alla carne di manzo. Unire un trito di prezzemolo, timo e salvia, salare e pepare. Soffriggere il ripieno e bagnare con 2 cucchiai di brodo.

Trascorso il tempo di riposo, dividere l’impasto in 6 parti, ricavando 6 dischi sottili (circa 3 mm di spessore) e disporre al centro di ognuno una cucchiaiata di ripieno. Spennellare i bordi con un po’ di uovo sbattuto, chiudere i dischi di pasta, pizzicandoli sulla sommità per chiudere bene l’impasto.

Disporre i fagottini su una teglia coperta con carta da forno, spennellati in superficie con uovo sbattuto, e infornarli a 200 °C per circa 20 minuti. Servirli caldi.

•••••

Io e il socio liffo abbiamo l’abitudine di consumare i Cornish Pasties come piatto unico: è comunque un piatto ricco, molto saporito ed appagante, non rimane molta fame dopo averli gustati. Tuttavia, ritengo che, realizzati in dimensioni ridotte, possono rappresentare un’ottima idea finger food per un antipasto o per una cena in stile tapas, anche per la loro versatilità. Oltre ad essere buono anche freddo, il Cornish Pasty può essere preparato in anticipo e riscaldato, già cotto in precedenza, in forno caldo subito prima di servirlo.

•••••

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)
Lifferia è anche su TwitterGoogle+ e Pinterest!

Torna alla HOME PAGE oppure naviga tra le RICETTE
…e non dimenticare di iscriverti alla NEWSLETTER GRATUITA di Lifferia.

4 Commenti su Cornish pasty | Fagottini di carne della Cornovaglia

    • Ciao Linda, con queste dosi si riescono a fare 6 cornish pasties di discrete dimensioni: noi, che siamo buone forchette, ne mangiamo 2 a testa, per cui se avete un buon appetito, bastano per 3 persone.
      Se hai altri dubbi chiedi pure.

      Buona serata e a presto! :)
      Deborah

  1. Ciao!!! posso chiederti se potrebbe andar bene la pasta sfoglia già pronta? Non me la cavo molto bene con la sua preparazione! grazie!!!!!

    • Ri-ciao Tiziana. :)
      Se preferisci evitare di impastare la brisée, potresti eventualmente usare la brisée già pronta, che probabilmente dà un risultato più simile. Se invece preferisci la pasta sfoglia, puoi sicuramente provare. ;)

      A presto,
      Deborah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.