Crea sito

Scaccia siciliana della nonna Rosaria

La scaccia siciliana per me è questa! I natali di mia nonna Rosaria si fanno sentire anche nella mia cucina. La ricetta della sua scaccia, ha più volte riunito la nostra famiglia a casa sua per mangiarla tutti insieme.

La ricetta che lei ci ha insegnato, non la troverete da nessun’altra parte, se non simili e con qualche variante. Ho cercato su internet e sui libri di cucina siciliana un confronto, ma ho capito che non ha nulla a che vedere con la scaccia tradizionale e conosciuta dalla maggior parte dei Ragusani.

Quando le ho chiesto, come mai la sua ricetta, non corrispondeva esattamente a quella comunemente preparata in tutta la Sicilia, lei ha risposto in dialetto Siciliano: “Figghia mia! io questo avevo nell’orto! c’era la guerra e a facivi sulu cu pomodoro, prezzemolo e cipudda….poi, quando la guerra finìu…ci putia mintere pure nu pezzo i sasizza!!!”…… (Traduzione “c’era la guerra e solo cipolla pomodoro e prezzemolo avevo nell’orto, poi quando la guerra finì, ha potuto mettere anche un pezzo di salsiccia!”)

scaccia siciliana della nonna rosaria
Nonna Rosaria e Salvatore – Agosto 2014

(Aggiornamento del 29/01/2020) Quanta tenerezza nella sua spiegazione, come potrei non tramandare questa ricetta di famiglia ai posteri? A poche settimane dalla sua scomparsa non faccio altro che pensare a lei, a questa sua ricetta tanto cara a tutta la mia famiglia. Al ricordo che ho di quel pomeriggio d’estate trascorso insieme, quando mio figlio era piccolino. La chiamai dicendole ” ti vengo a trovare con Salvatore, facciamo le scacce insieme? ”

E così mi ritrovo questa bellissima foto, di lei, che nonostante il caldo aveva impastato a mano, e stendeva l’impasto con mio figlio appoggiato sul tavolo a guardare. “Nonna ci mancherai per sempre… tantissimo!”

Sandra

Scaccia Siciliana

Ingredienti per 2 scaccia siciliana

  • 12 g di lievito di birra fresco oppure 4 di quello secco
  • 1 cucchiaino raso di zucchero
  • 220 g di farina di grano duro 
  • 220 g di semola rimacinata 
  • 240 g di acqua 
  • 30 g di olio extravergine di oliva
  • 6 g di sale fino

Ingredienti per la farcitura

  • 120 g circa di prezzemolo lavato e ripulito
  • parmigiano grattugiato in abbondanza
  • 1 bella cipolla grande 0 2 medie (io cipolla rossa)
  • 2 salsicce di maiale belle grandi o 4 piccole, meglio se di qualità come quelle tagliate a punta di coltello
  • 1 lattina di pomodori pelati
  • sale
  • olio evo
  • pepe qb

Preparazione della scaccia siciliana

Procedimento descritto col bimby ma perfettamente eseguibile a mano o con planetaria 

Sciogliete il lievito con il cucchiaino di zucchero in metà dell’acqua prevista dalla ricetta e iniziate ad impastare con la farina, integrandola poco per volta e alternandola all’acqua rimanente. Unite anche l’olio aggiungendolo a piccole dosi e continuando ad impastare sempre.

A seconda della qualità della vostra farina potrebbe essere necessario aggiungere qualche grammo di acqua, l’impasto deve apparire morbido ma non appiccicoso, senza crepe e perfettamente modellabile. A questo punto potete aggiungere anche il sale e impastare fino a che non si sarà assorbito completamente.

Lasciate lievitare fino al raddoppio in una bella ciotola e mettete al riparo da correnti.

Prepariamo la farcitura

Intanto, un oretta prima che sia giunto il momento di stendere l’impasto, amalgamate insieme il prezzemolo mondato e asciugato, le cipolle tagliate sottili ed i pelati tagliuzzati finemente, (tenete da parte il sughetto dei pelati per aggiungerlo in un secondo momento insieme alla salsiccia ed al parmigiano) aggiustate di sale e olio, mischiate bene e lasciate insaporire. Dovete preparare questo composto in anticipo, perché le cipolle e i pomodori conditi con il sale tireranno fuori molta acqua che dovrà essere scolata via prima di utilizzarlo.

Quando l’impasto sarà raddoppiato, dividetelo in due parti e stendetele una per volta su una spianatoia ben infarinata. Infarinate anche la superficie dell’impasto e stendere con un mattarello delicatamente. 

Formate un rettangolo fino ad ottenere uno spessore di quasi mezzo centimetro e distribuite la farcitura preparata prima tralasciando l’acquetta rossa che si è formata sul fondo. Distribuite parmigiano grattugiato, aggiungete la salsa di pomodoro che avete tenuto da parte nella lattina, irrorate ancora di olio, sale e pepe e aggiungete la salsiccia spellata a pezzettoni su tutta la superficie. 

Ora richiudetela a portafoglio come vedete in foto, prima ripiegando i due lati più corti, poi quelli più lunghi e così arrotolate ripiegando tre volte su se stessa ne senso della lunghezza. Posizionate la scaccia su una teglia antiaderente unta di olio o cosparsa di farina di semola. Ungete leggermente anche la superficie delle scaccie.

Preriscaldate il forno a 200° statico  e cuocete per circa 30 minuti circa, fino a doratura. Lasciate raffreddare o quantomeno intiepidire prima di tagliare a tranci e gustate! La scaccia siciliana di mia nonna è buonissima anche fredda, ancora più saporita il giorno dopo!

Non pensate anche voi che il cibo abbia il potere di mantenere vivo il ricordo delle persone? Nel risentire il profumo incredibile della scaccia della nonna, pare quasi di vederla arrivare con il canovaccio sotto al braccio. Arrivava a casa e posava sul tavolo il prezioso fagotto, si sentiva già il profumo e si indovinava subito che si trattava della sua scaccia. Lei ne preparava almeno 6, da distribuire tra figli , consuocera e vicini di casa!

Nonna sei stata unica!Ti ameremo sempre

scaccia siciliana

Sul mio blog anche la ricetta della CUBBAITA, torrone siciliano a base di semi d sesamo.

Seguimi : su FACEBOOK Instagram PINTEREST e Telegram  e YOUTUBE

2 Risposte a “Scaccia siciliana della nonna Rosaria”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.