Fungitiello con colatura di alici di Cetara

Ingredienti per 4 persone Altre informazioni
  • 2 melanzane di media dimensioni
  • Olio evo q.b.
  • Sale q.b.
  • 300ml di passata di pomodoro
  • 2 foglie di basilico
  • Colatura di alici q.b.
  • Difficoltà: facile
  • Tempo esecuzione: 20m
Preparazione
  1. Lavare e mondare le melanzane;
  2. Tagliarle a cubetti abbastanza grossi e metterli in un’ampia padella con un filo d’olio e lo spicchio d’aglio schiacciato;
  3. Saltare le melanzane a fiamma media per qualche minuto, fino a quando si saranno colorite leggermente;
  4. Aggiungere un pizzico abbondante di sale, la passata di pomodoro e il basilico;
  5. Continuare la cottura a fiamma medio-bassa per altri 5-10 minuti girando di tanto in tanto fino a quando i cubetti di melanzana si riusciranno ad infilzare dolcemente con una forchetta;
  6. Versare un filo generoso di colatura di alici e mescolare;
  7. Impiattare e servire ancora caldo.
Suggerimenti/Curiosità
 —

2 Comments

  1. Avete rotto con la colatura di alici, che cavolo è?

    • Ciao,
      è tipicamente un condimento ottenuto dalla maturazione delle alici messe sotto sale.

      Ti riporto quello che dice wikipedia a riguardo la preparazione https://it.wikipedia.org/wiki/Colatura_di_alici_di_Cetara

      Alle alici, appena pescate, vengono rimosse la testa e le interiora, vengono quindi tenute per 24 ore in contenitori con abbondante sale marino. Sono quindi trasferite in piccole botti di castagno o rovere (dette terzigni), alternate a strati di sale, e ricoperte da un disco di legno sul quale sono posti dei pesi, via via minori col passare del tempo. A seguito della pressione e della maturazione del pesce, affiora del liquido in superficie che, nel caso di preparazione di alici sotto sale, viene rimosso. Questo liquido fornisce la base per la preparazione della colatura di alici. Viene infatti conservato in grossi recipienti di vetro ed esposto alla luce diretta del sole che, per evaporazione dell’acqua ne aumenta la concentrazione. Dopo circa quattro o cinque mesi, tipicamente quindi tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre, tutto il liquido raccolto viene nuovamente versato nelle botti con le alici, e fatto lentamente colare attraverso un foro, tra gli strati di pesce, in modo da raccoglierne ulteriormente il sapore. Viene infine filtrato attraverso teli di lino, ed è quindi pronto per gli inizi di dicembre.

      Ciao 🙂

Scrivi un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.