Crea sito

Impepata di cozze alla tarantina segreti e consigli

Impepata di cozze alla tarantina

IMPEPATA DI COZZE ALLA TARANTINA SEGRETI E CONSIGLI è una ricetta che assolutamente non potete perdervi.Vi faccio una breve introduzione sui nostri mitili per conoscere a pieno la nostra storia. Cozza è il nome volgare che indica un mollusco bivalve (Mytilus galloprovincialis). La cozza vive in mare filtrando le particelle organiche. E’ intensamente allevata in Italia. E’ saporita, povera di grassi e ricca di ferro. L’allevamento delle cozze ha a Taranto la sua capitale dove l’allevamento diventò “industriale” nel 1887Sono stati proprio i tarantini a esportare l’allevamento e il consumo dei mitili in altre regioni italiane: la Toscana a La Spezia dove le cozze vengono chiamate “muscoli” o in Sicilia dove le chiamano “cozzole di Messina” o semplicemente “cozzole”. In veneto le chiamano peocio o pedocio, nelle Valli di Comacchio “denti di vecchia” e ad Ancona “mosciolo”. Ci sono molte ricette legate alle cozze (pasta fagioli e cozze; riso patate e cozze, ecc…) ma quella che tanti ritengono la vera ricetta, molto partenopea, anzi essenzialmente partenopea è l’ “impepata di cozze” che ha tantissime varianti, con o senza il pomodoro,o con l’aggiunta del vino bianco però secondo il mio personale parere da tarantina gustarle senza pomodoro e senza vino è l’ideale in quanto non si altera il gusto unico della cozza e il palato ringrazia. Di seguito vi spiego nei dettagli come si puliscono le cozze che è un tantino impegnativo ma voi se volete potete scegliere di farvele pulire dal vostro rivenditore di fiducia. Vi propongo qui una versione in tutta la sua semplicità , ben sapendo che ce ne sono tante tutte buonissime..

impepata di cozze alla tarantina
  • Preparazione: 40 Minuti
  • Cottura: 5 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 1 kg Cozze
  • 2 spicchi Aglio
  • 1 mazzetto Prezzemolo
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe nero
  • q.b. Olio extravergine d'oliva

Preparazione

  1. Procedere ora con la realizzazione della nostra impepata di cozze alla tarantina segreti e consigli per prepararle al meglio . Qui di seguito i consigli da buona tarantina

  2. 1)Le cozze trattengono l’acqua del mare per respirare. Quando si comprano le cozze in pescheria, controllate il peso dei diversi sacchetti e prendete quello che vi sembra più pesante: significa che le cozze contengono più acqua e che sono anche più fresche.

  3. 2)Le cozze devono essere cucinate solo se sono ancora vive. Se sono chiuse, significa che sono vive. Se il guscio presenta anche solo un buco (anche piccolo) la cozza non può essere mangiata.

     

  4. 3)Per pulire le conchiglie dalle incrostazioni metterle sotto l’acqua corrente e sfregarle le une contro le altre per qualche minuto. I gusci si puliranno così, grazie alla frizione. Non mettere mai le cozze in acqua ferma (non corrente): si apriranno per respirare, rilasciando l’acqua salata e incamerando acqua del rubinetto. Esattamente quello che vogliamo evitare.

  5. 4)Per togliere le “barbe” esterne, prendere la cozza in modo che l’apertura delle valve sia rivolta verso l’alto e strappare le barbe verso il basso con un colpo secco

  6. Con una retina  strofinare le cozze e pulirle bene sempre sotto l’acqua corrente e trasferirle in una coppa

  7. Ora procedere alla preparazione del piatto. mettete un po’ d’olio in una pentola molto larga nella quale farete imbiondire l’aglio (schiacciate gli spicchi con la lama di un coltello per insaporire meglio l’olio) è quando è caldo mettete nella pentola le cozze. Coprite la pentola con un coperchio e fate cuocere mescolando di tanto in tanto fino a quando le cozze non saranno tutte aperte.

  8. Una volta aperte le cozze io vi consiglio di filtrare il liquido che si viene a creare perchè anche se si puliscono alla perfezione un pò di impurità si potrebbe trovare e la stessa acqua riporla nella padella con le cozze

  9. A questo punto versare abbondante prezzemolo e  pepe nero (macinato al momento sarebbe l’ideale) e servire accompagnato da pane magari di Laterza o Matera  per gustare tutto e buona impepata di cozze

Note

 

 

Ricetta e foto Francesca Galante ©copyright – tutti i diritti riservati.

Se non vuoi perdere nemmeno un articolo di questo blog iscriviti alla mia newsletter I SAPORI DI ETHRA e riceverai gratis tutte le mie ricette sulla posta elettronica.

Se provate questa ricetta non esitate a condividere sulla mia pagina facebook le vostre foto.. e se avete altre idee e varianti fatemelo sapere che le provo tutte 🙂 A domani con una nuova ricetta.

Se volete seguirmi trovate qui la mia pagina facebook I SAPORI DI ETHRA e anche la mia pagina di  twitter I SAPORI DI ETHRA   per restare sempre aggiornati e in contatto con me

LEGGI ANCHE:

Spaghetti alla marinara ricetta tarantina

Insalata di mare con seppie e cozze tarantine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.