Crea sito
I pasticci di casa mia

Orecchiette con farina di orzo

Orecchiette con farina di orzo. Come vi dicevo pochi giorni addietro, la farina di orzo, nel Salento è molto apprezzata e con essa si realizzano varie prelibatezze, dalla pasta fresca, alle friselle ed anche al pane, meno comune.
Io, nella mia incapacità conclamata, mi sono cimentata nella realizzazione delle orecchiette e qualche maccherone, se ne intravedono un paio  nel piatto. Come pugliese sono un po’ una frana, nella realizzazione della pasta fresca, ma tanto, il motto di questo blog, qual’è? “Non sempre belli, ma sempre buoni”, quindi anche se le mie orecchiette non sono bellissime, sono venute buonissime come si vede dalla foto, la tenuta in cottura è evidente. Sì, va bhe, non è merito mio, ma delle farine utilizzate, migliore è il prodotto, migliore sarà il risultato. In questo articolo più che la ricetta, vorrei farvi vedere, tramite un piccolo video, come realizzare le orecchiette, sono leggermente migliorata rispetto a quelle che vedete in foto, quindi questo video è indirizzato a chi come me, non si sente affatto brava, ma prova e riprova alla fine ce la  farà.Orecchiette con farina di orzo
Orecchiette con farina di orzo

Orecchiette con farina di orzo

Ingredienti per 4 persone

gr. 160 semola di grano dura biologico
gr. 160 farina di orzo biologico
gr. 150 acqua circa

Preparazione
  • Setacciate insieme le farine e versatele su una spianatoia e fate fontana al centro
  • unite un po’ per volta l’acqua continuando ad impastare, sino ad ottenere un impasto sodo che non appiccica alle mani
  • lavoratelo sino a che non avrete una palla liscia e soda, avvolgetelo nella pellicola da cucina e fatelo riposare a temperatura ambiente per una mezz’ora
  • dopodiché staccate un pezzo e lavorandolo su un piano, possibillmente di legno,  formate un filoncino, poi tagiaelo a tocchetti delle dimensioni di una nocciola, più grandi sono i tocchetti, più grandi veranno le orecchiette
  • munitevi di un coltello a punta tonda e con la dentellatura non troppo accentuata, in pratica un coltello da ristorante o dei servizi buoni che ti regalano quando ti sposi e tu ti chiedi quando utilizzerai quel servizio di posate e in particolare quei coltelli che non tagliano neanche l’acqua, ecco avete trovato il modo di utilizzarli e ogni tanto perderne qualcuno
  • a questo punto lascio la parola al video, sarà molto più semplice capire i movimenti giusti
  • Sono brutte? Non vi sono venute proprio come le vorreste? Non vi preoccupate, neppure io sono la maestra delle orecchiette, però vedo che ogni volta che ci riprovo, vengono sempre meglio. Preparate un ottimo sugo pomodoro e basilico e condite con fierezza le vostre orecchiette, spolverate poi con formaggio grattugiato, l’ideale sarebbe il cacio ricotta, oppure disciogliete nel sugo un cucchiaio di ricotta forte e andrete in paradiso. Buon appetito con le vostre orecchiette.

Se volete realizzare altre paste fresche, molto meno complicate delle orecchiette, andate nella categora pasta fresca troverete pasta colorata, aromatizzata, ripiena, fritta, …
Se vi piacciono le mie ricette scaricate l’App per android rimarrete aggiornati in tempo reale, link da copiare sul vostro cellulare: https://blogdicucinaipasticcidicasamia.miapp.cloud/ altrimenti, seguitemi anche su Facebook sulla mia pagina I pasticci di casa mia rimarrete sempre aggiornati su tutti i miei articoli. Mi raccomando per visualizzare i miei articoli cliccate mi piace sulla pagina, grazie.
Se invece volete farmi qualche domanda, o lasciarmi semplicemente un commento, compilate il modulo che trovate qua sotto. Ciao e alla prossima ricetta.

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

2 Risposte a “Orecchiette con farina di orzo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »