Crea sito
I pasticci di casa mia

Pollo sabbiato alla curcuma

Pollo sabbiato alla curcuma, un piatto estivo completo, leggero, ideale in queste giornate caldissime. Oggi vi propongo non solo questa versione, ma vi darò lo spunto per altre varianti altrettanto gustose.  Mi piace, a volte cambiare le mie ricette, farne delle versioni altrettanto buone, a volte un po’ più caloriche a volte più light, come questa.Passiamo ora alla ricetta /e. Naturalmente, se preferite potete optare anche per la carne bovina e in questo caso vi consiglio di realizzare straccetti veramente sottili.

Pollo sabbiato alla curcuma
Pollo sabbiato alla curcuma

Pollo sabbiato alla curcuma

Ingredienti per 4 persone

1 petto di pollo da 800 gr. circa
2 cucchiaini di curcuma in polvere
pane grattugiato q.b.
olio evo q.b.
sale
pepe

Preparazione
  • Levate la pelle, l’ossicino centrale e la cartillagine e tagliatelo a striscioline sottili, se volete abbreviare i tempi, potete comprare la fesa già affettata che poi la ridurrete a striscioline
  • accendete il forno a 180°
  • versate la carne in una ciotola e conditela con olio, curcuma, sale e pepe, poi rimescolate per bene, l’olio servirà a non far attaccare fra loro i pezzi
  • aggiungete il pane grattugiato e rimescolate, affinchè tutta la carne ne sia ricoperta
  • ungete leggermente di olio una teglia antiaderente e versateci il pollo, distribuendolo in un unico strato poi cuocete in forno già caldo per circa 35 minuti e comunque sino a che non risulterà dorato.
Altre varianti

In padella: La preparazione è perfettamente identica ad eccezione che non dovrete mettere il sale prima della cottura, condite il pollo solo con olio curcuma e pepe, poi il pane e infine scaldate dell’olio in una padella antiaderente e fate rosolare il pollo, rigirandolo con molta delicatezza per non levare la panatura, a fine cottura salate. Questa versione risulterà un po’ più ricca di grassi, grassi buoni dell’olio evo, ma un pochino più calorica.
Altre spezie: Per chi non ama la curcuma, può optare per la paprica, invece per chi non ama le spezie in generale, può ometterle senza problmi, e in questo caso consiglio di servire con fettine di limone, chi gradisce, può spruzzarne un pochino.

In ogni caso accompagnate qualsiasi versione vogliate fare, con insalata di stagione, oppure, e qui andiamo sul godurioso, patatine fritte o patate al forno.

Se tvi interessano altri piatti leggeri andate nlla categoria “Ricette light

Se vi piacciono le mie ricette scaricate l’App per android rimarrete aggiornati in tempo reale, link da copiare sul vostro cellulare: https://blogdicucinaipasticcidicasamia.miapp.cloud/ altrimenti, seguitemi anche su Facebook sulla mia pagina I pasticci di casa mia rimarrete sempre aggiornati su tutti i miei articoli. Mi raccomando per visualizzare i miei articoli cliccate mi piace sulla pagina, grazie.
Se invece volete farmi qualche domanda, o lasciarmi semplicemente un commento, compilate il modulo che trovate qua sotto. Ciao e alla prossima ricetta.

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »