Crea sito

Ossobuco con patate – cucina della memoria

Caro ossobuco,

tu lo sai, noi siamo profondamente legati, ci conosciamo da veramente tanto tanto tempo.

Non solo perché sei un taglio di carne famoso soprattutto per il tuo utilizzo per il risotto alla milanese.

Questo grazie alla caratteristica di rinchiudere nel tuo osso quella magica bontà che è il midollo.

E bisogna dire che è veramente una prelibatezza.

Ma anche perché hai anche una tua dignità personale.

Quindi sei ottimo anche se non come comprimario del risotto.

La tua preparazione richiede un pochino di tempo e di attenzioni, ma ci restituisci un sapore unico.

E’ inutile dire che la nostra storia è legata al mio papà che ti cucinava volentieri e io e lui ci contendevamo il tuo midollo.

Accompagnato da delle patate cotte insieme diventi un piatto completo degno dei più gustosi pranzi domenicali.

Vi invito a seguire la mia pagina Facebook e visitare le altre ricette del mio blog.

Ossobuco con patate
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 60 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • Ossibuchi di vitello 2
  • Patate 4
  • Brodo vegetale 700 ml
  • Farina q.b.
  • Burro 1 cucchiaio
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

  1. Pratichiamo delle incisioni sul bordo degli ossibuchi.

    In questo modo evitiamo che poi ci si arriccino durante la cottura.

    Facciamo scaldare una pentola capiente con il burro.

    Infariniamo gli ossibuchi da entrambi i lati e li mettiamo nella pentola.

    Facciamo scottare da una parte e poi dall’altra.

    Proseguiamo la cottura per qualche minuto abbassando la fiamma, aggiungiamo metà del brodo, copriamo e facciamo cuocere a fuoco basso.

    Sbucciamo e tagliamo le patate a pezzi e, dopo circa 15 minuti di cottura dell’ossobuco, aggiungiamo nella pentola insieme al restante brodo.

    Saliamo e pepiamo il tutto e proseguiamo la cottura con il coperchio per circa mezz’ora girando ogni tanto a fiamma medio-bassa.

    Quando il brodo sarà ristretto l’ossobuco e le patate saranno pronte.

    Serviamo caldo.

    E questo è il risultato.

    Ciao ciao!

Note

Io preferisco l’ossobuco di vitello perché ha un sapore più delicato. Per chi ama i sapori più decisi consiglio certamente l’ossobuco di manzo.
/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.