Nocino (Ricetta tradizionale e Bimby)

Il Nocino è un Liquore che si prepara con le Noci ancora verdi. Digestivo veramente delizioso da fare facilmente in casa, seguendo scrupolosamente riti, usanze e tradizioni, dal sapore intenso e leggermente speziato…

Nocino
  • Preparazione: 40-45 Giorni
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: Circa 2 litri di Nocino
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 20 Noci acerbe (con il loro mallo verde)
  • 1 l Alcool etilico puro per Liquori a 90° o 95°
  • 1 Cannella in stecche
  • 5 Chiodi di garofano
  • 1 Scorza di limone
  • 450 g Zucchero di canna
  • 300 ml Acqua

Preparazione

Procedimento tradizionale e Bimby

  1. La mattina del 24 Giugno (o dal 23 massimo fino al 29) tagliare le Noci verdi, 10 a ½ e 10 a 14. Metterle a macerare in un grande barattolo di vetro trasparente con l’Alcool etilico, la Stecca di Cannella, i Chiodi di Garofano e la scorza di Limone. Chiudere bene ed ermeticamente, lasciare riposare in infusione fino al 04 Agosto (quindi circa 40 giorni) in un luogo aperto e soleggiato, scuotendo il composto ogni giorno. Passato questo periodo preparare uno Sciroppo, sciogliendo lo Zucchero nell’Acqua calda e far raffreddare. Oppure inserire nel Boccale del Bimby lo Zucchero e l’Acqua, sciogliere per 15 Min. a 100°, Vel. 2 e far raffreddare. Togliere le Noci dal barattolo di vetro, filtrare il Liquore con un colino e una garza sterile di cotone, unire lo Sciroppo e travasare in bottiglie (possibilmente scure) con l’aiuto di un imbuto. Lasciare riposare per circa 3 mesi, come da tradizione fino al 31 Ottobre, vigilia della Festa di Ognissanti, in un luogo fresco e al buio, per stabilizzare il gusto. Successivamente conservare in dispensa o in Frigorifero o Freezer. Servire il Nocino, fresco o a temperatura ambiente di 16-18°, e e gustare mezzo bicchierino dopo i pasti per avere un buon effetto digestivo. Accompagna molto bene anche la degustazione di formaggi stagionati o gelato alla crema per un ottimo dessert.

Nocino aromatizzato con il Vino rosso

  1. Ingredienti

    • 20 Noci acerbe (con il loro mallo verde)
    • Alcool etilico puro per Liquori a 90° o 95°
    • 1 Cannella in stecche
    • 5 Chiodi di garofano
    • 1 Scorza di Limone
    • 350 g di Zucchero di canna
    • 400 ml di Vino rosso

    Procedimento: La mattina del 24 Giugno (o dal 23 massimo fino al 29) tagliare le Noci verdi, 10 a ½ e 10 a 14. Metterle a macerare in un grande barattolo di vetro trasparente con l’Alcool etilico, la Stecca di Cannella, i Chiodi di Garofano e la scorza di Limone. Chiudere bene ed ermeticamente, lasciare riposare in infusione fino al 04 Agosto (quindi circa 40 giorni) in un luogo aperto e soleggiato, scuotendo il composto ogni giorno. Passato questo periodo preparare uno Sciroppo, sciogliendo lo Zucchero nel Vino rosso. Togliere le Noci dal barattolo di vetro, filtrare il Liquore con un colino e una garza sterile di cotone, unire lo Sciroppo e travasare in bottiglie (possibilmente scure) con l’aiuto di un imbuto. Lasciare riposare per circa 3 mesi, come da tradizione fino al 31 Ottobre, vigilia della Festa di Ognissanti, in un luogo fresco e al buio, per stabilizzare il gusto. Successivamente conservare in dispensa o in Frigorifero o Freezer. Servire il Nocino aromatizzato con il Vino rosso, fresco o a temperatura ambiente di 16-18°, e gustare mezzo bicchierino come Aperitivo oppure dopo i pasti per avere un buon effetto digestivo. Accompagna molto bene anche la degustazione di formaggi stagionati o gelato alla crema per un ottimo dessert.

  2. Nocino

Note

Un po’ di storia e curiosità

Come da tradizione, che si tramanda da moltissimo tempo, la notte che precede il 24 Giugno, giorno della festività di San Giovanni, si raccolgono le Noci ancora verdi e acerbe, per preparare in casa il Nocino.

Il periodo migliore è indicato comunque tra il 23 e massimo il 29 Giugno. Questo breve e preciso periodo viene definito dagli erboristi “tempo balsamico”, perchè viene riconosciuto al frutto della Noce, ancora verde nella drupa, la sua fase ideale per l’infusione, in quanti i frutti hanno il loro maggior profumo, i tessuti più turgidi di linfa, le cellule più ricche di oli essenziali, di principi attivi, di vitamine.

Anticamente le Noci, durante la notte, dovevano essere raccolte dalla donna più esperta nella preparazione e quindi spesso la più anziana della famiglia. Questa donna saliva sul noce a piedi scalzi per selezionare e raccogliere solo le noci migliori senza rovinarne la buccia. Tutto rigorosamente a mano, senza usare attrezzi metallici, perché il metallo intacca le proprietà delle piante officinali.

Successivamente la donna, lasciava le Noci raccolte alla rugiada notturna per tutta la notte e il giorno seguente, appunto la mattina del 24 Giugno le metteva in infusione fino al 04 Agosto. Una volta completata la preparazione del Nocino, c’era il tempo del riposo per far stabilizzare il sapore, fino al 31 Ottobre, cioè vigilia della festa di Ognissanti e da qui in poi pronto per essere degustato.

Per conoscere altre mie Ricette di Liquore digestivo, clicca sui nomi: Liquore allo Zenzero, Liquore alla Cannella.

Se ti piacciono le mie ricette… le hai provate… vuoi chiedermi o dare consigli… ti aspetto sulla mia Pagina Facebook Il mondo di Rosalba”… a presto!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Precedente Focaccia con Fiori di Zucca Robiola e Maggiorana (Ricetta tradizionale e Bimby) Successivo Pane al Farro (Ricetta tradizionale e Bimby)

Lascia un commento