Pane al Farro (Ricetta tradizionale e Bimby)

Il Pane al Farro, profumato, gustoso e fragrante, si può preparare facilmente a casa con Lievito madre o il classico cubetto, impastare in modo tradizionale o Bimby, e apprezzare tutta la bontà del pane fresco fatto con le proprie mani e gustare in ogni momento della giornata…

Pane al Farro
  • Preparazione: 6 Ore
  • Cottura: 40-45 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 6-8 Persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 300-350 ml Acqua (dipende da quanto assorbe la Farina)
  • 1 cucchiaino Malto d'orzo (oppure Miele)
  • 250 g Li.Co.Li. (Lievito madre liquido) (o 125-150 di Lievito madre solido oppure 12-15 gr di Lievito di birra fresco)
  • 1 cucchiaio Olio extravergine d'oliva (+ q.b.)
  • 500 g Farina integrale di farro
  • 10 g Sale

Preparazione

Ricetta tradizionale

  1. In una ciotola capiente mettere l’Acqua leggermente tiepida, il Malto (o Miele), il Lievito, l’Olio d’Oliva e lavorare con le mani per sciogliere il Lievito. Aggiungere la Farina di Farro, il Sale e lavorare molto fino ad ottenere un impasto ben amalgamato, se occorre aggiungere altra Farina. Spostare su un tavolo da lavoro infarinato e battere l’impasto per alcuni minuti, quindi lavorare un po’ e fare delle pieghe formando un panetto compatto, poi spostarlo in una ciotola leggermente unta con Olio d’Oliva. Lasciare lievitare per circa 1 ora, coperto con un canovaccio di cotone o copertina di lana, in un luogo tiepido e al chiuso, va bene anche dentro il Forno spento. Successivamente rovesciare l’impasto sul tavolo da lavoro spolverato di Farina. A gusto personale, in questa fase della lavorazione, è possibile aggiungere all’impasto anche Semi di Sesamo, o di Girasole oppure di Lino. Formare una pagnotta e inserirla all’interno di uno stampo rotondo e alto leggermente unto, con diametro di circa 24 cm. Incidere il Pane con tagli profondi a croce o a spina di pesce e rimettere a lievitare per altre 6 ore, o comunque fino al raddoppio, in un luogo caldo e coperto con un canovaccio di cotone o copertina di lana (se si usa il Lievito di Birra, dovrebbero bastare anche solo 2 ore). Inserire all’interno del Forno un coccio o pentolino pieno d’acqua, il Pane al Farro e cuocere in modalità ventilato e preriscaldato a 200° per 10 minut, poi abbassare a 170-180° e continuare per altri 30 minuti o comunque fin quando la superficie non sarà ben dorata (gli ultimi 10 minuti, con lo sportello del forno leggermente aperto). A cottura ultimata togliere dallo stampo e far raffreddare sopra una gratella. Successivamente conservarlo in un sacchetto di carta o stoffa per alimenti. Ed ecco pronto il Pane al Farro da tagliare a fette, consumare e/o farcire a gusto personale.

  2. Pane al Farro

Ricetta Bimby

  1. Mettere nel Boccale del Bimby l’Acqua, il Malto (o Miele), il Lievito, l’Olio d’Oliva e lavorare per 1 Min. e ½ a 37° a Vel. 1. Aggiungere la Farina di Farro, il Sale e impastare per 1 Min. a Vel. 5-6 e per 3 Min. a Vel. Spiga. Spostare su un tavolo da lavoro infarinato e battere l’impasto per alcuni minuti, quindi lavorare un po’ e fare delle pieghe formando un panetto compatto, poi spostarlo in una ciotola leggermente unta con Olio d’Oliva. Lasciare lievitare per circa 1 ora, coperto con un canovaccio di cotone o copertina di lana, in un luogo tiepido e al chiuso, va bene anche dentro il Forno spento. Successivamente rovesciare l’impasto sul tavolo da lavoro spolverato di Farina. A gusto personale, in questa fase della lavorazione, è possibile aggiungere all’impasto anche Semi di Sesamo, o di Girasole oppure di Lino. Formare una pagnotta e inserirla all’interno di uno stampo rotondo e alto leggermente unto, con diametro di circa 24 cm. Incidere il Pane con tagli profondi a croce o a spina di pesce e rimettere a lievitare per altre 6 ore, o comunque fino al raddoppio, in un luogo caldo e coperto con un canovaccio di cotone o copertina di lana (se si usa il Lievito di Birra, dovrebbero bastare anche solo 2 ore). Inserire all’interno del Forno un coccio o pentolino pieno d’acqua, il Pane al Farro e cuocere in modalità ventilato e preriscaldato a 200° per 10 minut, poi abbassare a 170-180° e continuare per altri 30 minuti o comunque fin quando la superficie non sarà ben dorata (gli ultimi 10 minuti, con lo sportello del forno leggermente aperto). A cottura ultimata togliere dallo stampo e far raffreddare sopra una gratella. Successivamente conservarlo in un sacchetto di carta o stoffa per alimenti. Ed ecco pronto il Pane al Farro da tagliare a fette, consumare e/o farcire a gusto personale.

  2. Farina del tuo sacco

    Questa Ricetta contribuisce alla nuova rubrica di AIFB – Associazione Italiana Food Blogger, “Farina del nostro sacco“, dedicata al Farro.

Note

Le preparazioni con la Farina di Farro lievitano più lentamente rispetto a quelle con altre Farine, come anche il Lievito madre a paragone con il Lievito di birra, quindi meglio lasciare più tempo così l’impasto risulterà migliore prima della cottura.

Se vuoi consultare altre mie Ricette di Pane, clicca sui nomi: Pane al Latte, Pane alle Olive schiacciate, Panini alla Zucca, Panini scugnizzi, Panini napoletani, Pan Bauletto Scacchiera, Panini per Hamburger, Pitta calabrese, Pitta ripiena alla calabrese, Pane bianco in cassetta.

Se ti piacciono le mie ricette… le hai provate… vuoi chiedermi o dare consigli… ti aspetto sulla mia Pagina Facebook Il mondo di Rosalba”… a presto!

Precedente Nocino (Ricetta tradizionale e Bimby) Successivo Succo di Albicocca (Ricetta tradizionale e Bimby)

2 commenti su “Pane al Farro (Ricetta tradizionale e Bimby)

  1. Complimenti davvero per la ricetta. Ottimi suggerimenti sia per la procedura che per la cottura. La foto del tuo pane al farro è veramente bella, ti viene voglia di mangiarne subito un pezzo, magari con una fettina di formaggio… 😉 Grazie mille per aver reso la nostra rubrica ancora più ritta ed interessante. Ti aspetto il mese prossimo. Marianna

    • ilmondodirosalba il said:

      Grazie Marianna… il Pane fatto in casa, inebria con il profumo, soddisfa e mette tutti d’accordo con il suo buon sapore genuino… alla prossima 😉

Lascia un commento