Spaghetti con un ragù di triglie fresche

Questa ricetta unisce gli spaghetti le triglie in un matrimonio tipico perfetto della cucina Italiana. Dando vita a un piatto facile da preparare, dal sapore vivace ma delicato. Gli Spaghetti con triglie, accontentano tutta la famiglia perfetta per una dieta mediterranea. Le triglie sono pesci dalla tradizione antichissima, hanno una carne tenera e buonissima. La ricetta non è per nulla difficile; se non si ha voglia di pulire e sfilettare le triglie basta chiederlo al venditore al momento dell’acquisto, la preparazione in questo caso sarà ancora più veloce. Esistono due tipi di triglie: di scoglio e di fango; la differenza è che le prime abitano i fondali rocciosi, sono di dimensioni maggiori e presentano un colore rosso più intenso e costano di più, le seconde abitano i fondali fangosi e sono più piccole. Hanno un profilo nutrizionale molto simile: con carni leggere e digeribili. Una fonte di omega 3.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti ingredienti per gli spaghetti al ragù di triglie

  • 350 gtriglie (fresche)
  • 350 gspaghetti
  • 250 gpomodori piccadilly
  • 1 spicchioaglio
  • q.b.prezzemolo tritato
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • peperoncini piccanti (un pezzetto)
  • q.b.sale

Strumenti

  • Padella – antiaderente (grande) con coperchio
  • Pentola
  • Scolapasta

Preparazione dei spaghetti al ragù di triglie

  1. Per la preparazione del sugo fare un taglio a croce all’estremità di ogni pomodorino. Mettere sul fuoco un pentolino pieno di acqua, al raggiungimento del bollore immergere i pomodorini e lasciarli per qualche minuto, colarli e raffreddarli passandoli in acqua fredda, in questo modo si facilita la spellatura. Una volta spellati tagliarli a pezzetti.

  2. Soffriggere uno spicchio d’aglio in una padella capiente con un po d’olio evo. Aggiungere i pomodorini e lasciar cuocere per circa 10 min. Aggiungere sale e un pezzettino di peperoncino. Cuocere per 15 minuti a fuoco dolce coperto da un coperchio.

  3. Lavare e pulite le triglie. Far scorrere l’acqua sul corpo del pesce.

    Per eliminare le interiora occorre incidere con la forbice la pancia. Infilare la forbice nel piccolo forellino che si trova proprio sotto le due pinne ventrali. Aprire tagliando fino a poco sotto il collo.

    Infilare le forbici proprio all’inizio dell’incisione e tagliare.

    A questo punto infilare un dito ed estrarre le interiora. Fare molta attenzione perché le triglie sono un pesce piuttosto delicato e si rompe facilmente.

    Procedere quindi a tagliare le pinne partendo da quelle poste ai lati della testa.

    Aprire i due filetti, molto delicatamente, tenendo la lisca attaccata ad una delle due parti. Le triglie sono molto delicate, l’operazione sarà piuttosto semplice.

    Appoggiare la triglia aperta sul tagliere e togliere la lisca tirandola delicatamente verso l’alto, con le mani aiutandone il distacco.

    A questo punto i filetti saranno pronti per essere cucinati:

    Aggiungere le triglie al sughetto.

  4. Nel frattempo, cuocere gli spaghetti al dente in abbondante acqua salata, scolare e mantecare bene nella padella con ragù di triglie.

  5. Servire guarnendo con il prezzemolo e con i filetti di triglia messi da parte.

    Buon appetito.

Consigli

Se vi è piaciuta questa ricetta lasciate una votazione e seguitemi su altre ricette grazie infinite su Gusto amore e fantasie di Angie.

4,3 / 5
Grazie per aver votato!
Precedente Barbabietole rosse in agrodolce Successivo Zucca al forno con cavolo nero ripassato in padella