Granita al gelsomino o scursunera: ricetta Siciliana

Granita di gelsomino o scursunera. ricetta siciliana


Granita al gelsomino o scursunera: una granita siciliana davvero speciale.
La Granita al gelsomino o scursunera o scorzonera è un dolce delicato e dal sapore inconfondibile. Le sue origini affondano nel passato e ancora oggi è una vera prelibatezza, se amate le specialità siciliane non dovreste lasciarvi scappare questa particolarità, ottima con queste giornate di caldo afoso. Mi raccomando utilizzate del gelsomino appena raccolto e non del tutto schiuso.
Questa ricetta che vi propongo oggi è molto utilizzata nel Trapanese e prende il nome di Scursunera ma altro non è che la granita di gelsomino aromatizzata alla cannella. Ormai lo sapete che io amo il gelsomino, lo utilizzo per le acque profumate e per fare il gelo , ricetta QUI. Così come la cannella che utilizzo molto per aromatizzare i dolci e per farne il gelo.
Eccone la storia e la ricetta.
Queste è una ricetta della tradizione siciliana che ci porta indietro nel tempo. la Scursunera, chiamata anche Scorzonera, è la granita preparata con gelsomino e cannella. Deve il suo nome alla scorzonera hispanica, una pianta erbacea mediterranea, dai fiori gialli e dal sapore amarognolo ma gradevole. Questa pianta, nota dall’antichità, veniva utilizzata per curare la peste e anche come antidoto per i morsi di serpente, in siciliano “scursuni” (dal latino medievale “curtio onis”, cioè “vipera”).
L’essenza di scursunera fu unita a quella del gelsomino, introdotto dagli Arabi, e alla cannella. Col tempo non si è più inserita la scorzonera, ma il nome ha continuato a indicare la granita di gelsomino e cannella.
Come preparare la granita di gelsomino
Scopri come preparare la GRANITA DI LIMONE QUI
 

granita di gelsomino o scursunera: ricetta siciliana
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Ore
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 100 gGelsomino (2 tazze circa)
  • 100 gzucchero semolato
  • Succo di mezzo limone
  • 1cannella in stecca (Stecca)
  • q.b.cannella in polvere

Strumenti

  • 1 Casseruola
  • 1 Ciotola
  • 1 Colino

Come preparare la granita di gelsomino o scursunera: ricetta siciliana

  1. Per fare la granita di gelsomino o scursunera (Scorzonera,) dovete anzitutto mettere a bagno il gelsomino raccolto ancora semichiuso per circa 10-15 ore in una ciotola o meglio in un barattolo con 500 ml di acqua.

  2. Trascorso il tempo di macerazione, filtrate con un colino a maglia stretta o con una garza il liquido ottenuto.

  3. Versate in un tegamino lo zucchero con due decilitri di acqua, insieme alla stecca di cannella e al succo del mezzo limone filtrato.

  4. Riponetelo sul fuoco a fiamma bassissima e fate sciogliere lo zucchero, mescolando con un cucchiaio di legno.

  5. Fate intiepidire lo sciroppo, eliminate la stecca di cannella e aggiungetelo al composto dell’acqua al gelsomino.

  6. Versate il composto in un recipiente d’acciaio e mettetelo in freezer.

    Quando la granita comincerà a gelare, con un cucchiaio iniziate a mescolatela bene. Ripete questa operazione circa ogni mezz’ora per due tre volte, fino al raggiungimento della consistenza desiderata.

  7. Servite la vostra granita di gelsomino o scursunera, ricetta siciliana aggiungendo un pizzico di cannella.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Fantasia in Cucina

La mia passione per la cucina e il buon cibo è nata grazie al mio lavoro e ai miei viaggi. Ho iniziato sin da piccola a raccogliere le ricette di tutto ciò che mi piaceva mangiare e ad appuntarlo su una agenda. Con il passare degli anni è cresciuta in me la passione per la cucina e la tradizione enogastronomica del territorio ibleo. Il mio vuole essere un blog che non è un semplice sito di ricette, ma anche un viaggio della memoria, della cultura di un popolo, quello degli abitanti dei Monti Iblei, in Sicilia, luogo d’incontro tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania. Dietro ogni ricetta c'è una storia, talvolta di una famiglia, di un incontro o di un viaggio. Il mio intento è quello di svelare, conservare e di tramandare attraverso le mie ricette l’anima, i saperi, le tradizioni, le passioni e la storia di un popolo. Cucino, fotografo mangio e posto. Mi piace anche consigliare ai miei amici oltre alle ricette sfiziose anche dove mangiare nei locali caratteristici dove andare a mangiare in Sicilia. Se vi va seguitemi, siete i benvenuti. Barbara

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.