PEPERONCINI PICCANTI RIPIENI TONNO ALICI E CAPPERI

PEPERONCINI PICCANTI RIPIENI TONNO ALICI E CAPPERI

Noi i famiglia non siamo amanti del peperoncino: io in realtà adoro mangiare piccante durante il periodo delle gravidanze. Non chiedetemi perchè ma dalla prima gravidanza mi è venuta voglia di piccante e l’ho sempre mangiato. Una volta partorito, questa “voglia” è scomparsa. Così, quando papà mi ha donato questi peperoncini coltivati da lui ho pensato: una scusa per metterli sul blog ce l’h, poi casomai li regalo 🙂

Invece ci sono piaciuti molto, anche se io non amo il sapore salato del ripieno, nel suo insieme è davvero squisito.

Vi avviso subito che i passaggi sono molteplici e dovrete fare la massima attenzione quando andrete a pulire i peperoncini: il ripieno è davvero molto piccante quindi vi consiglio di munirvi di guanti e cercate di non toccarvi il viso durante i passaggi 😉

All’ interno troverete anche il video ben dettagliato con tutti i passaggi.

Andiamo allora a vedere come li ho realizzati.

EMIMETTOAIFORNELLI vi consiglia:

PEPERONCINI PICCANTI RIPIENI TONNO ALICI E CAPPERI
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione3 Ore
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4/6 vasetti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Strumenti

Vi consiglio di acquistare questi strumenti, utili per la riuscita della ricetta (ADV)

Passaggi

Pulizia dei peperoncini

Per prima cosa laviamo bene i nostri peperoncini togliendo via l’eccesso di terra.

Ora facciamo un passaggio opzionale ovvero, se non volete saltate pure.

Riempiamo di acqua una ciotola bella capiente, aggiungiamo un cucchiaio di bicarbonato e mettiamo in ammollo i peperoncini per mezz’ora.

Scolate, sciacquate ed asciugate.

Passaggio delicato, fate attenzione

Per prima cosa munitevi di guanti: con un coltello appuntito incidete nella parte superiore, togliete via la testa, scavate poi i semini e ripulite bene l’interno.

Ripetete questa operazione per ogni peperoncino (come potete vedere nel video ).

Pulizia peperoncini
Pulizia peperoncini

Cottura nell’ aceto

Passiamo adesso alla cottura: in una pentola dai bordi alti versate l’aceto e l’acqua (devono sempre essere in egual misura), versate la verdura e portate a bollore: 7/8 minuti e colate.

Stendete su di un canovaccio a testa in giù e lasciate asciugare bene per almeno 8 ore (io li ho fatti riposare tutta la notte poichè avevo iniziato di pomeriggio).

Cottura nell'aceto
Cottura nell’aceto

Sterilizzare i vasetti

Prima di passare alla seconda fase è importante sterilizzare barattoli e coperchi in acqua bollente:

prendete una pentola dai bordi alti, riempite di acqua e ponete sul fondo un canovaccio (se battono tra loro i vasetti potrebbero rompersi).

Dal punto di bollore lasciate andare per 10 minuti.

Scolate su di un canovaccio ma non buttate via l’acqua, la riutilizzeremo dopo per creare il sottovuoto 🙂

Riempiamo i peperoncini

Una volta asciugati bene, riempiamo i peperoncini. In un mixer versiamo il tonno, qualche filetto di alici e una manciata di capperi. Frullate bene fino a formare una crema.

Riempiamo i peperoncini
Riempiamo i peperoncini

Con l’aiuto di un cucchiaino riempiamo i peperoncini, stando attenti a non farne uscire troppo.

Preparazione dei vasetti

Mettiamo i peperoncini nei barattoli, stando attenti a far capitare il ripieno verso le pareti così da non farlo uscire da fuori.

Non riempire sopra l’orlo, lasciare due dita di spazio così da poter versare dentro l’olio di oliva fino a coprirli.

Chiudere bene con i tappi.

Riempiamo i vasetti con olio
Riempiamo i vasetti con olio

Realizziamo il sottovuoto

Come dicevo poco sopra: riprendiamo la pentola con l’acqua e adagiamo i nostri vasetti.

Dal punto di bollore fate stare circa 30 minuti.

Colateli ben caldi e lasciate raffreddare a testa in giù.

I nostri PEPERONCINI PICCANTI RIPIENI TONNO ALICI E CAPPERI sono pronti. Riponiamo in dispensa un mese prima di servirli.

PEPERONCINI PICCANTI RIPIENI TONNO ALICI E CAPPERI

Conservazione

Si conservano in un luogo asciutto e non troppo luminoso ad esempio in dispensa o nella taverna etc.. Una cosa importantissima: appena aprite il barattolo assicuratevi che faccia clack come rumore e soprattutto che sia buono di colore o odore per non contrarre botulino.

Se non siete sicuri BUTTATE VIA TUTTO.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da emimettoaifornelli

Mi chiamo Noemi Del Papa, sono sposata da 5 anni ed ho due figli. La passione per la cucina mi ha spinta ad aprire un blog, per condividere con tutti le ricette che sono della mia infanzia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.