Risotto con zucca e speck

Il risotto con zucca e speck è una gustosa variante del tradizionale risotto alla zucca: il sapore della zucca (ho usato la zucca lunga napoletana, tipica del territorio campano) così delicato si sposa benissimo con quello dello speck affumicato, regalando al piatto un gusto molto caratteristico e dalla consistenza cremosa e avvolgente. In questa ricetta la zucca non è frullata, ma semplicemente cotta fino ad essere completamente sfaldata, lasciando quei piccoli pezzettini dell’ortaggio che, insieme ai pezzettini di speck, rendono il piatto finale rustico e appetitoso. Inoltre è una ricetta semplice da fare, perfetta per le giornate autunnali più fredde!

Ti potrebbero interessare anche queste ricette:

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàAutunno, Inverno

Ingredienti

400 g zucca
25 g cipolla ramata
320 g riso Ribe
3 cucchiai olio extravergine d’oliva
120 g speck a fettine
200 g brodo vegetale
q.b. sale
q.b. pepe

Strumenti

1 Coltello
1 Cucchiaio di legno

Passaggi

Per realizzare questo delizioso risotto iniziate dalla zucca: dopo averla lavata eliminate la buccia e i semi interni poi tagliatela a cubetti. In una pentola dal fondo spesso fate rosolare la cipolla affettata sottile nell’olio evo, per un paio di minuti. Aggiungete metà dello speck e continuate a far rosolare gli ingredienti ancora per qualche istante. Unite la zucca a dadini e mezzo bicchiere di acqua; fate cuocere a fiamma moderata coprendo la pentola con un coperchio fino a che la zucca è cotta (circa venti minuti) .

Mentre la zucca cuoce in un’altra pentola fate scaldare il brodo vegetale, facendolo bollire quasi.

Adesso che la zucca è cotta aggiungete il riso e tostatelo per un paio di minuti mescolandolo con frequenza. Proseguite la cottura del riso aggiungendo il brodo bollente un paio di mestoli alla volta, mano a mano che viene assorbito.

Mentre il risotto cuoce, in una pentolina rosolate il restante speck a fettine in un cucchiaio di olio , fino a renderlo croccante.

Portate il risotto a cottura regolando di sale e di pepe. Appena il risotto è cotto (saranno trascorsi all’incirca una ventina di minuti) spegnete il fuoco, mantecatelo con un cucchiaio di olio; coprite la pentola con un coperchio e lasciate quindi riposare per un paio di minuti.

Al momento di servire il risotto aggiungete il resto dello speck rosolato precedentemente e croccante e servite ben caldo.

Conservazione e varianti

Il risotto con zucca e speck può essere mantecato aggiungendo una noce di burro e un cucchiaio di parmigiano grattugiato, al posto del filo d’olio evo.

Potete aromatizzare il risotto con prezzemolo fresco tritato oppure con altre erbe aromatiche di vostro gradimento.

Potete rendere il risotto ancora più croccante aggiungendo gherigli di noce tritati grossolanamente. Per la realizzazione di questo risotto potete usare altre varietà di zucca però che abbia la polpa densa e compatta, con pochi filamenti; nella ricetta ho impiegato quella tipica della mia regione ovvero la zucca lunga napoletana (anche detta zucca piena di Napoli): al posto suo potete scegliere di usare la zucca mantovana o la Marina di Chioggia.

Potete conservare il risotto in frigo per 1 giorno in frigo, in un contenitore ermetico.

§ Nota: in questo contenuto sono presenti uno o più link di affiliazione

_

Torna alla HOME PAGE

Per restare aggiornato sulle ultime ricette e novità puoi mettere se ti fa piacere un LIKE alla pagina ufficiale  del blog su FACEBOOK

Puoi continuare a seguire il blog anche tramite Pinterest e Instagram

e ti aspetto anche sul gruppo facebook del blog dove troverai le ricette anche di altri foodblogger!


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.