Straccetti di vitello con carciofi

Straccetti di vitello con carciofi

Gli straccetti di vitello con carciofi, un secondo piatto leggero, saporito e completo, un abbinamento classico per una ricetta leggera, si leggera perché basta fare attenzione ai condimenti ed ecco pronto un piatto perfetto anche per chi è a dieta… e ricordate che dieta non vuol dire poco invitante o insapore… con un po’ d’inventiva si può rendere gustoso anche un piatto leggero come questi straccetti di vitello con carciofi.

Straccetti di vitello con carciofi Cucina vista mare

Ingredienti

300 gr di fettine di vitello

300 gr di carciofi puliti

1 cipolla piccola

prezzemolo

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

vino bianco

Pulire i carciofi seguendo le indicazioni che trovate QUI e affettarli più o meno sottili, secondo le vostre preferenze. Immergerli in acqua acidulata con il succo di mezzo limone. In una padella aggiungere due cucchiai d’olio extravergine d’oliva e lasciarvi dorare la cipolla tagliata sottilmente ma non tritata. Aggiungere i carciofi, alzare la fiamma e lasciarli cuocere per una decina di minuti. Nel frattempo tagliare la carne a striscioline e unirla ai carciofi. Lasciarla rosolare bene poi sfumare con il vino bianco. Regolare di sale e pepe. Proseguire la cottura ancora per cinque minuti e poi servire ben caldi.

Se la ricetta vi è piaciuta seguitemi sulla pagina FACEBOOK lasciando il vostro “mi piace” e per non perdere i miei post attivate le notifiche! Se preferite Cucina vista mare ha la sua pagina anche su GOOGLE+ e trovate su INSTAGRAM la galleria con le mie foto! Vi ricordo inoltre la possibilità di iscrivervi gratuitamente alla newsletter per restare aggiornati con la pubblicazione delle nuove ricette! Vi aspetto con tante idee per la vostra cucina!

2 Risposte a “Straccetti di vitello con carciofi”

  1. La carne perché sia saporita va cotta da sola, rosolata con un po’ di olio. Si aggiungono poi i carciofi già cotti e si amalgama per qualche minuto. Aglio infine, non cipolla, che non ci azzecca né con i carciofi, né con il prezzemolo. Insomma…

    1. Grazie Paolo per i suoi suggerimenti, sicuramente i lettori che non hanno problemi di dieta o di intolleranze apprezzeranno questi appunti. Se si è soffermato a leggere l’introduzione al post avrà notato che si parla di dieta. Io sono intollerante e mi devo accontentare di rendere un piatto mangiabile e ugualmente buono anche se la sua preparazione esce dai classici abbinamenti della ricetta preparata nel modo più tradizionale come ha ben spiegato lei. Ho ritenuto che la mia esperienza di intollerante a tavola e in cucina potesse essere utile a qualcuno che deve evitare certi tipi di cotture o di alimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.