Pandoro fatto in casa ricetta senza sfogliatura

Pandoro fatto in casa ricetta senza sfogliatura. Un pandoro alto, soffice e profumato che possono fare con le proprie mani anche i meno esperti. Insieme al panettone è uno dei simboli delle feste di Natale, quest’anno con la mia pasta madre ho deciso di prepararlo io e mi sono messa alla ricerca di una ricetta che fosse facile e fattibile in casa: il risultato è stato una grande soddisfazione. Fatto senza sfogliatura e mangiato con il gusto che si prova a creare qualcosa di speciale con le proprie mani, seguimi e passo passo lo prepareremo insieme per un risultato da lasciare a bocca aperta!
Andiamo insieme in cucina e poi…Tutti a tavola con Cinzia.
SEGUIMI ANCHE SU INSTAGRAM, NE VEDRAI DELLE BELLE, MI TROVI CLICCANDO QUI’
Potrebbe anche interessarti
LA RICETTA PER FARE IL TRONCHETTO DI NATALE SOFFICISSIMO
LA CREMA PER IL TIRAMISÙ CHE NON COLA MA RESTA DENSA

Pandoro fatto in casa ricetta senza sfogliatura
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Porzioni1 pandoro da circa 900 g
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 150 gpasta madre rinfrescata
  • 280 gfarina manitoba
  • 60 mlacqua
  • 260 gzucchero
  • 200 g burro a temperatura ambiente
  • 3tuorli
  • 2uova intere
  • aroma pandoro
  • 200 ggocce di cioccolato
Per fare il pandoro sono necessarie due semplici accortezze:
Devi rinfrescare il lievito madre con la farina Manitoba che userai per l’impasto a partire dal giorno prima ed almeno tre volte consecutive per portarlo in forza (io prima di rinfrescarlo gli ho fatto anche il bagnetto per purificarlo un pò ma questa fase potete anche saltarla).

Preparare l’aroma pandoro (se non usate la fialetta già pronta) il giorno prima perchè deve macerare 24 ore .
Pesa tutti gli ingredienti prima di iniziare a lavorare sia il lievitino che l’impasto, sarà più comodo fare tutti i passaggi.

Io ho impastato con la planetaria

Prepariamo insieme il pandoro fatto in casa

Prepariamo il LIEVITINO (ore 10:00 circa)

  1. 150 g di pasta madre rinfrescata e già raddoppiata

    50 g di farina manitoba

    60 g di acqua leggermente intiepidita

    20 g di zucchero

    1 tuorlo

    Sciogli la pasta madre con l’acqua e lo zucchero usando il gancio a foglia poi aggiungi la farina ed impasta infine aggiungi l’uovo ed amalgama all’impasto.

    A questo punto lasciamo lievitare per 3 ore.

     

Prepariamo l’IMPASTO (ore 13:00 circa)

  1. tutto il lievitino

    240 g di zucchero

    230 g di farina manitoba

    2 tuorli

    2 uova intere

    aroma pandoro

    200 g di burro morbido a temperatura ambiente

    200 g di gocce di cioccolato (facoltative)

  2. Prendi il lievitino ad aggiungi a cucchiaiate lo zucchero e poi la farina e lavora l’impasto per farli assorbire con il gancio a foglia.

    A questo punto cambia e passa al gancio per impastare: aggiungi l’aroma pandoro, le 2 uova intere ed i 2 tuorli uno alla volta mentre lavori l’impasto facendo attenzione che non si riscaldi.

    L’impasto a questo punto si incorda quindi come ultimo ingrediente aggiungi il burro morbido a temperatura ambiente in più volte aspettando che si assorba quello che avevi aggiunto prima di mettere altro per non perdere l’incordatura.

    Se si riscalda allora interrompi la lavorazione e mettilo in frigo per un quarto d’ora insieme al gancio impastatore.

  3. L’impasto resterà un pò appiccicoso e sarà pronto quando tirandone un lembo diventerà un velo senza perdere consistenza, trasferiscilo adesso in una ciotola, copri con della pellicola e lascialo riposare per 8-10 ore in luogo riparato come il forno spento e chiuso, deve raddoppiare il suo volume.

Metti il PANDORO NELLO STAMPO  (ore 22:00 circa)

  1. Trasferisci l’impasto sopra un piano da lavoro magari imburrando un pò le mani e lavoralo con l’aiuto del tarocco, aggiungi le gocce di cioccolato se vuoi arricchirlo e poi fai 4 giri di pieghe (vedi il video).

  2. Pandoro fatto in casa ricetta senza sfogliatura

    Dopo aver ben imburrato lo stampo ribalta l’impasto e versalo con la cupola rivolta verso il basso e la chiusura rivolta verso sopra, copri con pellicola e dopo averlo avvolto bene in una coperta lo lascerai riposare tutta la notte in un luogo caldo, io l’ho messo in forno chiuso e spento dopo averlo riscaldato 1 minuto a 50 °C.

COTTURA DEL PANDORO (ore 9:00 circa)

  1. pandoro

    La mattina dopo procediamo alla cottura: l’impasto avrà raggiunto la cima dello stampo e ne uscirà anche fuori.

    Togli la carta velina e cuoci in forno già caldo a 200°C per 10 minuti poi abbassa a 180 °C e continua per altri 35 minuti circa mettendo in forno un pentolino di acqua ed avendo cura di coprire il pandoro con carta stagnola se dovesse colorarsi troppo.

    Puoi fare la prova spaghetto per verificare la cottura all’interno.

  2. pandoro

    Aspetta che il pandoro si raffreddi bene, almeno 6 ore nello stampo dopo potrai toglierlo e cospargerlo con abbondante zucchero a velo…buone feste!!!

i miei consigli

Preparare in casa l’AROMA PANDORO il giorno prima: con la punta del coltello incidiamo la bacca di vaniglia per la lunghezza e raschiamo i semi poi uniamo il liquore, la scorza grattugiata di arancia e limone, il miele e mescoliamo bene. Lasciamo macerare il tutto in un barattolo di vetro per 24 ore.

Per conservarlo a lungo ti basterà vaporizzare dell’alcool per alimenti nel sacchetto in cui lo confezionerai.

Se il tuo lievito madre non è abbastanza forte allora i tempi di lievitazione saranno maggiori, aspetta con pazienza.

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Pandoro fatto in casa ricetta senza sfogliatura”

  1. Ciao volevo sapere se volevo fare con il lievito di birra facevo una sorta di lievitino e lo lascio a riposare 45 minuti e poi procedo con il primo impasto delle 9?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.