Sgombri in umido con piselli

sgombri in umido con piselli

Sgombri in umido con piselli. Buongiorno a tutti cari lettori che seguite Cucina con Nonna Ariella, altri giorni di festa e non si sa mai cosa cucinare in questi casi, ebbene un buon piatto di pesce non deve mai mancare nella nostra alimentazione per essere sempre in forma smagliante, oltrettutto la ricetta di oggi è anche economica, lo sgombro non ha mai un costo eccessivo però assicurativi che sia freschissimo dal vostro fornitore.

Lo sgombro appartiene alla specie Scomber, è un pesce semigrasso che, come tutti i pesci con questa cratteristica, deve essere consumato freschissimo, altrimenti la parte grassa si altera e assume un sapore oleoso poco gradevole.

LEGGI ANCHE >>>> La Mattel omaggia Elisabetta II con la sua Barbie

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 4 sgombri di circa 300 grammi ciascuno
  • 200 grammi di piselli 
  • mezzo dl di olio evo
  • 1 cipolla
  • 1 ciuffo di prezzemolo tritato
  • mezzo dl di aceto bianco
  • 250 grammi di polpa di pomodoro.
  • sale e pepe q.b.

LEGGI ANCHE >>>> Alida Valli attrice intensamente drammatica muore 22 aprile 2006

Preparazione:

  1. Affettare la cipolla finemente e farla appassire nell’olio evo, senza che prenda colore, quindi aggiungere k’aceto, alzare la fiamma e farlo evaporare quasi totalmente.
  2. Unire la polpa di pomodoro, regolare di sale e far cuocere a fiamma moderata per circa 20 minuti.
  3. Aggiungere i piselli alla cottura della polpa di pomodoro.
  4. Nel frattempo pulire gli sgombri, eliminando le viscere, la coda e le pinne, lasciando però la testa e la lisca.
  5. Adagiare i pesci bel poodoro e piselli e portarli a cottura a fiamma bassa, girandoli con delicatezza per non romperli  una sola volta.
  6. Completare con un il prezzemolo tritato e servire con fette di pane casereccio tostato.

LEGGI ANCHE >>>> Una deliziosa e cremosa salsa di funghi

L’abbinamento giusto di vino con questo secondo piatto di pesce è il seguente: Vino Tocai, si tratta di un vino di colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, il cui profumo ricorda la foglia del pesco ed il mallo della mandorla. Il sapore, morbido e vellutato, ha un caratteristico sentore di mandorla amara. Molto buona la persistenza in bocca.

Un buon proseguimento dalla vostra Nonna Ariella

Foto di Genova Today