Crea sito

Confettura di Albicocche

Una tra le cose che amo fare più d’estate è preparare provviste per l’inverno. Quando la natura inizia a dare numerosi frutti e ortaggi, io inizio a ridurli in vasetti e bottigline, pronti al consumo per tutto l’anno.

Tra le diverse preparazioni, di seguito vi spiego in particolare la preparazione della Confettura di Albicocche.

Questa ricetta è di mia madre, ed è stata pienamente collaudata nel tempo. Infatti tutte le sue confetture rimangono perfette e sane anche per due anni!!

Per preparare le conserve, bisogna avere degli accorgimenti importanti, onde evitare il proliferarsi di muffe, che possono provocare reazioni decisamente gravi.

Quindi, prima di preparare la confettura di albicocche, scegliete i barattoli che andrete ad utilizzare per conservarla, e sterilizzateli, mettendoli in una pentola colma di acqua e facendoli bollire per almeno un quarto d’ora.

Preferite inoltre, sempre tappi nuovi rispetto a quelli usati, infatti la minima fessura potrebbe permettere all’aria di entrare nel barattolo e facilitare così il proliferarsi della muffa.

Vediamo di seguito come prepararla.

Avete già visitato la mia pagina Facebook? Fatelo cliccando QUI!!

  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:15 minuti
  • Cottura:50 minuti
  • Porzioni:3 1/2 barattoli da 250 ml
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • Albicocche (mature) 1 kg
  • Limone (il succo) 1
  • Zucchero 500 g

Preparazione

  1. Per preparare la confettura di albicocche, dovete per prima cosa pulire le albicocche e lavarle sotto acqua corrente, eliminare il nocciolo e quindi pesarne un chilogrammo.

    Versate le albicocche pulite e denocciolate in una capiente pentola, e versate sopra di esse i 500 grammi di zucchero.

    Spremete il limone, e versate il succo sopra le albicocche e lo zucchero.

    Accendete a fuoco medio sotto la pentola, e portate il tutto ad ebollizione, mescolando di tanto in tanto per evitare che il composto si attacchi alla pentola.

    Una volta che il composto sarà giunto ad ebollizione, vedrete che comincerà a formarsi sulla superficie una schiuma biancastra. Questa, non è altro che l’insieme di tutte le impurità contenute nelle albicocche. Eliminate la schiuma aiutandovi con un cucchiaio o con una schiumarola.

    Una volta che avrete eliminato tutta la schiuma, decidete se preferite la marmellata a pezzettoni o liscia. Io ho deciso di passarla tutta nel passaverdure: in questo modo ho eliminato le bucce e reso la marmellata totalmente omogenea.

    Una volta terminato anche questo passaggio, terminate la cottura, e prima che la conserva si raffreddi, travasatela nei contenitori di vetro sterilizzati e asciugati, e chiudete immediatamente con il loro coperchio.

    Capovolgete i barattoli chiusi, e lasciateli capovolti fino a che non saranno completamente raffreddati e tutti i tappi avranno fatto “clack”.

    In questo modo, il calore eliminerà tutta l’aria presente nel barattolo, formando il sottovuoto ed eliminando eventuali minacce di muffe.

    Se alcuni barattoli non dovessero andare in sottovuoto, conservateli in frigo.

    Se volete prolungare ulteriormente la durata della vostra confettura, posizionate i barattoli di marmellata in una pentola dai bordi alti, riempite d’acqua e portate a bollore. Una volta che l’acqua bollirà, proseguite la cottura per altri 15 minuti. Dopodiché lasciate raffreddare i barattoli di confettura dentro l’acqua.

    In questo modo la confettura di albicocche si manterrà, se sigillata, anche fino a 2 anni.

    Buona degustazione 🙂 Nenè

Una risposta a “Confettura di Albicocche”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.