Basilico sotto sale, per una scorta per tutto l’inverno.

Il BASILICO SOTTO SALE un modo per conservare il basilico per tutto l’inverno, una piccola scorta che viene utile nelle nostre preparazioni.

Il basilico sotto sale non necessita di cottura e si conserva per 6 mesi.

Basilico sotto sale
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per il basilico sotto sale:

q.b. basilico fresco
q.b. sale fino o sale grosso
q.b. olio extravergine d’oliva o d’oliva

Strumenti per il basilico sotto sale:

Passaggi per il basilico sotto sale:

Raccogliete al mattino presto il basilico dal vostro piccolo orto, oppure potete acquistarlo, togliete le foglie belle dai gambi e lavatele velocemente sotto l’acqua corrente.

Mettete le foglie su un canovaccio di cotone (lavato senza l’ammorbidente) e fatele asciugare bene.

Prendete un vasetto di vetro sterilizzato e riempitelo con le foglie di basilico alternate al sale fino.

Schiacciate delicatamente le foglie di basilico per farne stare altre.

Aggiungete poco per volta l’olio extravergine d’oliva o l’olio di oliva in modo da riempire bene il vasetto (vi consigliamo di fare una leggera pressione sulle foglie di basilico in modo da riempirlo bene), terminate con un altro stato di sale.

Se avete a disposizione una griglietta di plastica mettetela sopra e poi chiudete bene il barattolo.

Conservate il basilico in dispensa al buio, una volta aperto conservatelo in frigorifero.

Consigli:

Noi abbiamo utilizzato il sale fino ma se preferite potete utilizzare anche il sale grosso.

Come tutte le preparazioni fatte in casa bisogna seguire sempre dei piccoli accorgimenti per la buona riuscita del prodotto senza rischiare problemi alla salute.

– il basilico deve essere lavato e ben asciugato per evitare la formazione di muffa, utilizzate del basilico che avete coltivato voi oppure del basilico bio.

– i barattoli devo essere ben sterilizzati, noi li sterilizziamo nella pentola a pressione oppure potete sterilizzarli mettendo in una pentola dai bordi alti un canovaccio alla base e poi i barattoli con l’apertura verso l’alto (il canovaccio serve a non far sbattere i vasetti tra di loro).

Riempiere la pentola e i barattoli di acqua fino a coprire un paio di centimetri i vasetti, coprite con un coperchio portare a ebollizione l’acqua e far “cuocere” per 30/40 minuti, potete mettere anche i coperchi dopo 20 minuti.

Far raffreddare l’acqua, togliere i vasetti e metterli ad asciugare su un panno (lavato senza ammorbidente) con la base verso il basso.

VI ASPETTIAMO  ANCHE SU:

FACEBOOK

INSTAGRAM

YOU TUBE

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.