Come sterilizzare i vasetti con la pentola a pressione, in modo veloce e sicuro.

Come sterilizzare i vasetti con pentola a pressione, in modo veloce e sicuro.

Seguendo semplici accorgimenti otterrete dei vasetti sterilizzati alla perfezioni e pronti per essere riempiti con salse, sughi, confetture, marmellate.

Abbiamo utilizzato la pentola a pressione  Lagostina Irradial Control Lagoeasy’Up, 5 L, 22 cm .

Come sterilizzare i vasetti con pentola a pressione
  • DifficoltàMolto facile
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

4 vasetti per conserva (da 250 ml)

Strumenti per la sterilizzazione dei vasetti con pentola a pressione:

Passaggi per come sterilizzare i vasetti con pentola a pressione:

Per sterilizzare bene i vasetti per la conservazione di confetture, sughi, passate di pomodoro bisogna seguire dei semplici accorgimenti per evitare che i vasetti non vengano ben sterilizzati e si rischia di dover buttare gli alimenti preparati.

Lavate bene i vasetti con acqua calda e sapone per lavare i piatti, sciaquateli bene sempre con l’acqua calda.

Mettete i vasetti con l’apertura verso l’alto nella pentola a pressione e riempite la pentola con dell’acqua fino a coprire bene i vasetti (attenzione l’acqua deve andare anche dentro ai vasetti).

Mettete i barattoli non attaccati gli uni agli altri per evitare che durante la cottura possano toccarsi tra di loro.

Coprite la pentola a pressione con il suo coperchio, assicuratevi che la valvola sia allineata all’immagine della pentola a pressione, accendete il gas a fiamma alta e quando il leverblock si alza abbassate la fiamma e fate cuocere per 10 minuti.

Trascorsi i 10 minuti spegnete il gas, fate fuoriuscire il vapore e fate raffreddare a temperatura ambiente, poi trasferite i vasi sterilizzati su un panno di cotone (lavato senza ammorbidente) con l’apertura verso il basso.

Quando i barattoli sono asciutti sono pronti per essere utilizzati.

Attenzione: vi consigliamo di leggere con molta attenzione questi accorgimenti per evitare di fare danni con la pentola a pressione:

– questo sistema di sterilizzazione va bene per i vasetti piccoli fino a 250 ml perchè in quelli più grandi si supererebbe il livello dell’acqua consigliato (nella pentola a pressione c’è una linea che indica il livello massimo dell’acqua che si può mettere).

– appena sterilizzati i vasetti sono caldissimi per questo motivo consigliamo di far raffreddare l’acqua prima di toglierli dalla pentola, nel caso abbiamo urgenza di utilizzararlo prendete delle pinze e toglieteli dalla pentola.

– fateli asciugare bene prima di utilizzarlo.

Potete utilizzare anche i vasetti con il coperchio in vetro e seguire lo stesso procedimento, in questo cosa dovrete sterilizzare 2 vasetti per volta.

Consigli:

Se avete dei barattoli più grandi da sterilizzare potete:

sterilizzarli in una pentola capiente mettete uno strofinaccio alla base, mettete i vasetti con l’apertura verso l’alto, copriteli con l’acqua fino a coprirli di due dita, portare a bollore l’acqua e farli bollire per 30 minuti, gli ultimi 10 minuti potete mettere anche i coperchi se sono ancora utilizzabili, far raffreddare l’acqua, mettete i vasetti su uno strofinaccio con l’apertura verso il basso e farli asciugare bene.

sterilizzararli in forno, mettete i vasetti sulla leccarda del forno con l’apertura verso l’alto accendete il forno a 200° e da quando è in temperatura fate “sterilizzare” i vasetti per 15 minuti, spegnete il forno e fateli raffreddare.

Noi abbiamo utilizzato la pentola a pressione quella da 5 litri, se avete quella più grande vedete se permette la sterilizzazione dei vasetti più alti, basta mettere un vasetto dentro la pentola e vedere che non superi la linea segnata sulla pentola che indica il quantitativo massimo di liquidi.

VI ASPETTIAMO  ANCHE SU:

FACEBOOK

INSTAGRAM

YOU TUBE

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.