Pesto alla Genovese, ricetta regionale

 

Il pesto alla Genovese, una deliziosa salsa fatta con il basilico utilizzata per condire pasta, lasagne oppure come ingredienti secondario per torte salate e sformati.

Il pesto alla Genovese si può tranquillamente surgelare e averne una scorta per l’inverno.

La versione che ho fatto del  pesto alla Genovese non ho utilizzato l’aglio perché ai miei bimbi non piace il sapore.

pesto

Ingredienti per 4 persone

50 grammi di basilico

100 ml di olio extravergine di oliva

sale

60 grammi di parmigiano grattugiato

30 grammi di pecorino

1 cucchiaio di pinoli

La ricetta tradizionale prevede l’uso del mortaio, ma io per praticità ho usato il mixer, consapevole che con il mortaio il risultato è diverso in quanto il frullare il basilico con le lame in inox tende ad ossidare il basilico.

Lavate velocemente le foglie di basilico e asciugatele bene, se utilizzate il basilico del vostro giardino potete anche pulire le foglie con un panno umido.

Mettete nel mixer le foglie di basilico, il sale e iniziate a frullare brevemente, aggiungete i pinoli e il parmigiano grattugiato e il pecorino anch’esso grattugiato e poco per volta l’olio extravergine di oliva.

Frullate fino a quando non ottenete una crema densa ed omogenea, regolate di sale se necessario.

Se volete utilizzare l’aglio basta metterne 2 spicchi nel frullatore assieme al basilico.

Conservate questa deliziosa salsa in frigo dentro un contenitore o barattolo chiuso coperto con olio extravergine di oliva per 2 giorni, oppure congelatelo per praticità vi conviene metterlo dentro il contenitore per fare i ghiaccioli e quando è congelato mettere i ghiaccioli di pesto dentro un sacchetto di plastica per alimenti.

Precedente Torta al limone, ricetta light di Evelina Flachi Successivo Torta 7 vasetti con marmellata, ricetta rivisitata

6 commenti su “Pesto alla Genovese, ricetta regionale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.