Pesto alla genovese, ricetta tipica regionale con e senza Bimby.

Il pesto alla genovese, una deliziosa salsa fatta con il basilico utilizzata per condire pasta, lasagne oppure come ingrediente secondario per torte salate e sformati.

Il pesto alla genovese si può tranquillamente surgelare e averne una scorta per tutto  l’inverno.

Nella ricetta troverete il procedimento con e senza Bimby.

Pesto alla genovese1
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Porzioni1 vasetto da 250 ml
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàPrimavera, Estate

Ingredienti per il pesto alla genovese:

70 g basilico fresco
80 ml olio extravergine d’oliva
10 g sale fino
50 g parmigiano grattugiato
40 g pecorino
30 g pinoli
1 spicchio agli fresco

Strumenti per la preparazione del pesto alla genovese:

1 Mixer

Passaggi per la preparazione del pesto:

Preparazione classica:

La ricetta tradizionale prevede l’uso del mortaio, ma noi per praticità abbiamo usato il mixer, consapevoli che con il mortaio il risultato è diverso in quanto il frullare il basilico con le lame in inox tendono ad ossidare il basilico.

Lavate velocemente le foglie di basilico e asciugatele bene, se utilizzate il basilico del vostro giardino potete anche pulire le foglie con un panno umido.

Mettete nel mixer le foglie di basilico, lo spicchio dell’aglio, il sale e iniziate a frullare brevemente, aggiungete i pinoli e il parmigiano grattugiato e il pecorino anch’esso grattugiato e poco per volta l’olio extravergine di oliva.

Frullate brevemente per non scaldare troppo il pesto fino a quando non ottenete una crema omogenea.

Preparazione con il Bimby:

Nel boccale mettete tutti gli ingredienti, tranne l’olio extravergine d’oliva e frullate per    20 sec, vel 7.

Aggiungete a filo l’olio extravergine d’oliva per 20 sec, vel 7.

Ora il vostro pesto alla genovese è pronto per essere utilizzato.

Consigli:

Conservate questa deliziosa salsa in frigo dentro un barattolo sterilizzato, facendo attenzione che l’ olio extravergine di oliva copra bene il pesto, conservate per non oltre una settimana, se ne usate un po’ ricordatevi di  coprire il pesto restante con dell’olio extravergine d’oliva.

Oppure congelatelo, per praticità vi conviene metterlo dentro il contenitore per fare i ghiaccioli e quando è congelato mettere i ghiaccioli di pesto dentro un sacchetto di plastica per alimenti.

VI ASPETTIAMO  ANCHE SU:

FACEBOOK

INSTAGRAM

YOU TUBE

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

6 Risposte a “Pesto alla genovese, ricetta tipica regionale con e senza Bimby.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.