GALANI VENETI

I galani sono dolci tipici del carnevale in quanto nell’antica Roma durante la festa di primavera (che si svolgeva proprio in questo periodo) preparavano con lo stesso impasto delle lasagne dolci, che venivano fritte nel grasso del maiale per poi essere zuccherate. Il nome Galani è tipico del Veneto, ma hanno molti altri nomi regionali: quello ufficiale italiano sarebbe le “Chiacchiere” per poi passare tra intrigoni, frappe, cenci, bugie, sfrappole, crostoli e molti, molti altri ancora. Ideali per un buffet di compleanno (per chi compie gli anni in questo periodo), da porre come un presente, come merende o per un fine pasto in tema.

Per non perdere le mie ricette seguimi su Facebook

Galani veneti. Tipici dolci fritti della tradizione veneta per carnevale
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaRegionale Italiana

Ingredienti

  • 300 gFarina 00
  • 20 gBurro
  • 2 cucchiaiGrappa
  • 1Uovo intero medio
  • 1Tuorlo
  • 1 cucchiaioZucchero
  • 1 bustinaVanillina
  • 1 lOlio di semi di girasole
  • q.b.Zucchero a velo vanigliato
  • q.b.Latte

Strumenti

  • Planetaria
  • Spianatoia
  • Sfogliatrice
  • Terrina
  • Carta paglia

Preparazione

  1. Iniziamo a preparare i galani veneti impastando tutti gli ingredienti, quali: la farina, la vanillina, l’uovo intero e il tuorlo, il burro, lo zucchero, la grappa nella ciotola della planetaria.

  2. Se l’impasto dovesse risultare troppo duro, aggiungere un poco di latte o per i più audaci un altro goccio di grappa.

  3. Lavorare l’impasto sino a ottenere una bella elasticità e che non si appiccichi più alle mani.

  4. A questo punto trasferire la frolla sulla spianatoia e lavorarla un poco con le mani per renderela bella liscia.

  5. Inserire in una terrina la frolla e con della pellicola alimentare coprirla. Lasciarla riposare per un’ora circa a temperatura ambiente.

  6. Finito il tempo di riposo tirare l’impasto il più sottile possibile, utilizzando una sfogliatrice.

  7. A questo punto formare i galani donandogli la classica forma a fiocco in questo modo:

  8. Tagliare dei pezzi rettangolari e inciderli con due tagli nel mezzo dalla parte più corta.

  9. Fare passare il lembo in alto dell’impasto nel taglio e arrotolandolo su se stesso.

  10. Comunque si possono dare altre forme al posto del fiocco, anche lasciando i pezzi tagliati a se stanti.

  11. Friggere i galani in abbondante olio e quando sono appena dorati scolarli adagiandoli sopra alla carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

  12. Cospargere i galani veneti con lo zucchero a velo e servirli con un buon vino come Recioto di Soave Docg.

    BUONA DEGUSTAZIONE!!

Consigli

I galani veneti si conservano per diversi giorni a temperatura ambiente all’interno di un contenitore per dolci. Per chi volesse dei dolci più soffici e non croccanti consiglio di aggiungere un cucchiaino di lievito vanigliato per dolci (circa 8 g). Per un buffet a tema carnevale consiglio anche di provare i grissini dolci, le tartine dolci e per chi ama il salato consiglio di provare anche gli stick di pollo con patatine accompagnati da un buon cocktail con melograno e prosecco.

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sandra Bigarelli

Salve a tutti, sono un'appassionata di cucina e in special modo di dolci. Generalmente sono tradizionalista legata alla nostra cucina italiana, ma al tempo stesso non disdegno sperimentare con nuovi ingredienti dedicandomi a paesi orientali e non solo, dove usano spezie dal profumo particolare e dai colori sgargianti. Ho deciso di aprire un blog per avere sempre a portata di mano un mio personale diario riguardante alle ricette o notizie sulla nutrizione e salute, naturalmente parlando ed esponendo d'appassionata e non da addetta ai lavori. Spero che il mio diario vi piaccia e magari lasciate un commento con cui dialogare sugli articoli esposti... ;-) La mia ricetta preferita? La semplicità degli ingredienti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.