Lemon Meringue Pie

Lemon Meringue Pie: l’avete mai assaggiata? Una torta super fresca, per un fine pasto davvero particolare e goloso. Un guscio di frolla che racchiude una crema al limone paradisiaca, decorata con ciuffi di meringa flambati. Che ne dite? Vi ho convinti?

La sua realizzazione non è difficile, ci sono un po di passaggi ma non è assolutamente difficile. La ricetta della frolla è quella di Ernst Knam. La crema al limone invece ho utilizzato questa ricetta qui che avevo condiviso con voi qualche tempo fa.

Vi consiglio di iniziare la preparazione il giorno prima di quando vorrete gustarla. In questo modo avete il tempo necessario per far riposare i vari ingredienti senza fretta.

Vi serviranno un termometro da cucina e il cannello per flambare. Pronti?

Ecco a voi la ricetta

 

  • Preparazione: 60 (+ tempo di riposo e raffreddamento) Minuti
  • Cottura: 15 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 8/10 Persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

Per la frolla

  • Farina 00 200 g
  • Burro 100 g
  • Zucchero 100 g
  • Uovo medio 1
  • sale fino 1 pizzico
  • di vaniglia 1/2 bacca

Per la crema al limone (lemon crud)

  • Uova 6
  • limoni bio il succo di 4
  • Zucchero 300 g
  • Burro 200 g
  • Amido di mais (maizena) 20 g

Per la meringa all'italiana

  • Albumi 125 g
  • Zucchero 175 g
  • Zucchero 25 g
  • Acqua 50 ml

Preparazione

  1. Per prima cosa prepariamo la pasta frolla: io mi sono aiutata con la planetaria ma nulla vi vieterà di preparare la frolla anche  mano. Nella ciotola della planetaria adagiare la farina, il burro freddo a tocchetti,lo zucchero, l’uovo, il pizzico di sale e la vaniglia. Impastare per bene fino ad ottenere un impasto omogeneo. Avvolgere con pellicola e mettere in frigo a riposare per circa 30 minuti. Nel frattempo dedicatevi alla crema al limone.

  2. Per la crema al limone: in una padella antiaderente sciogliete, a fuoco dolce, il burro, facendo attenzione a non farlo bollire. Togliete dal fuoco e fatelo intiepidire.

    In una ciotola sbattete uova e zucchero con una frusta fino ad amalgamare i due ingredienti. Ora aggiungete al composto di uova il burro intiepidito e mescolate per bene. Ora grattugiate la scorza molto finemente del 4 limoni non trattati e spremetene il succo (otterrete circa 120 gr di succo, anche se ne otterrete meno non importa, basta che sia il succo di 4 limoni). Aggiungete al composto di uova, zucchero e burro il succo di limone precedentemente filtrato e la scorza del limone. Mescolate per bene.

    Ora mettete il composto ottenuto nel pentolino dove avevate sciolto il burro, e fate cuocere la crema  a fuoco dolce facendo attenzione e NON farla bollire, continuando a mescolare con una spatola.

    Fate addensare la crema sempre mescolando accuratamente con una spatola, quando vedete che inizia ad addensarsi aggiungere, mescolando energicamente con una frusta per evitare la formazione di grumi, l’amido di mais. Ora fate sobbollire ancora un minuto sempre mescolando e poi spegnete il fuoco. Trasferite la crema in un contenitore vetrato, coprire con pellicola a contatto e mettete in frigorifero a raffreddare.

  3. Ora riprendiamo la frolla dal frigo, lavoriamola leggermente senza surriscaldarla troppo. Imburrare ed infarinare uno stampo da crostata da 24 cm di diametro (possibilmente con fondo apribile). Stendere la pasta frolla di uno spessore di 0.5 cm, e foderare la teglia, avendo accortezza di far aderire bene i  bordi e ispessendoli per bene grazie alla frolla in eccesso. Bucherellate il fondo con i rembi di una forchetta. Ricoprire il fondo con un disco di carta forno e adagiare sopra dei fagioli o le sfere di ceramica apposite per la cottura in bianco.  Infornare in forno statico a 175°per 15 minuti. Trascorsi i 15 minuti togliete la carta forno con i fagioli e proseguite la cottura della base per altri 5 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare.

    Una volta fredda mettete la base di frolla ottenuta direttamente sul piatto da portata. Riprendete la crema di limone dal frigorifero ormai fredda e adagiatala nel guscio di frolla. Rimettere a rassodare in frigo per almeno un oretta.

    Trascorso il tempo di riposo ci dedichiamo alla preparazione della meringa all’italiana: in una ciotola capiente (io ciotola della planetaria) adagiate gli albumi con i 25 gr di zucchero semolato. In un pentolino mettete il restante zucchero e l’acqua e mettete sul fuoco dolce. Fate partire la planetaria a bassa velocità in modo di montare gli albumi piano piano. Cuocete lo zucchero con l’acqua fino ad arrivare alla temperatura di 118° (mi raccomando la precisione di questi passaggi, con un semplice termometro da cucina potrete monitorare la temperatura). Arrivati a 118° aumentate la velocità della planetaria dove avete iniziato a montare gli albumi al massimo. Uno volta che lo sciroppo avrà raggiunto i 121° togliete dal fuoco e versate metà dello sciroppo sugli albumi con le fruste in movimento. Attendete qualche secondo e aggiungete, a filo, anche il restante sciroppo fino ad esaurirlo. Montate per bene gli albumi a velocità sostenuta per 5/10 minuti, fino a quando si saranno freddati.

    La vostra meringa è pronta: mettetela in una sac a poche della bocchetta che più vi aggrada e decorate la vostra crostata con tanti piccoli ciuffi. Una volta che la crostata sarà ricoperta da meringa con l’aiuto del cannello per dolci, flambate in modo irregolare la meringa.

    Quando avrete finito di flambare mettete la crostata in frigorifero fino al momento di servirla.

     

Note

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Biscottone con gocce di cioccolato Successivo Torta salata alla cipolla rossa, patate e gorgonzola

Lascia un commento