CHIACCHIERE DI CARNEVALE RICETTA PERFETTA DELL’ARTUSI

Chiacchiere di Carnevale, la ricetta perfetta dell’Artusi!

chiacchiere o cenci ricetta dell'Artusi

Tra tutti i dolci di Carnevale, credo che le chiacchiere siano quelle più “gettonate” e amate da tutti, dolci, croccanti, e poi sono fritte, è da tempo risaputo che “fritta l’è bona pure na ciavatta”, ma queste sono buone buone a partire dall’impasto.

Ma…. poche chiacchiere come si chiamano dalle vostre parti questi dolci meravigliosi? Scrivetemelo in un commento, sono sicura che mi farete scoprire nomi meravigliosi e inimmaginabili per me e per il resto dei miei lettori!

Chiacchiere, cenci, frappe, bugie, sfrappole, crostoli…. tanti nomi per indicare la stessa ricetta tipica del Carnevale! Ho provato diverse ricette, ma quella che mi ha convinto di più è questa dei cenci dell’Artusi, buonissime, si sciolgono in bocca e vengono belle “bollose”! 🙂

QUI la versione al forno

Chiacchiere, cenci, frappe, ecc….

Ingredienti  per tante chiacchiere 🙂

240 g di farina 00

20 g di burro

20 g di zucchero

2 uova

q.b. di acquavite (oppure grappa, vino bianco, rum)

un pizzico di sale

olio per friggere

zucchero a velo

chiacchiere, cenci, meraviglie, crostoli di carnevale

Chiacchiere dolci di Carnevale

Impastate tutti gli ingredienti, regolatevi con il liquore dovrete ottenere un impasto sodo nè troppo duro nè molle, quindi aggiungetene poco per volta.

Avvolgete l’impasto nella pellicola e fatelo riposare per una mezz’oretta.

Spianate l’impasto un pezzo per volta, in una sfoglia sottile e con un tagliapasta ottenete delle strisce larghe tre cm circa e lunghe una decina. Io ho utilizzato la macchinetta per la pasta e ho tirato una sfoglia sottile arrivando al penultimo numero. Fate dei tagli al centro e friggete in olio profondo caldo.

Fate raffreddare, spolverizzate con zucchero a velo e servite.

Preparatele e fatemi sapere se vi sono piaciute! Venitemi a trovare sulla mia pagina facebook, vi aspetto! 🙂

Provate anche:

le CASTAGNOLE CLASSICHE

le CASTAGNOLE ALLA RICOTTA

le FRITTELLE DEL LUNAPARK velocissime

i BISCOTTI ARLECCHINO con gli smarties

 

14 thoughts on “CHIACCHIERE DI CARNEVALE RICETTA PERFETTA DELL’ARTUSI

  1. maniamore il said:

    @Giulia
    Non ho mai o al forno però so che si può! 🙂

    Ragazzeeee…. ogni tanto una fritturina, daiii!!! ^^

  2. NON PUOI PROPRIO IMMAGINARE COSA NON FAREI PER MANGIARNE UN PAIO….TI SONO VENUTI BENISSIMO….CHISSA’ CHE BONTA’…BACINI

  3. Lori, sono identici ai miei galani solo che io non ci metto il burro e li chiamo galani di nonna Angela. Li ho appena impastati e domani li friggo (a me piace molto friggere!) Quanto bello è metterli nell’olio e vedere, come per incanto, che raddoppiano e “s’imbolliscono”. Sto sorridendo perchè non sapevo che mia nonna avesse preso la ricetta dell’Artusi per i suoi galani. Mitica mia nonna! Complimenti Lori ti sono venuti benissimo!

  4. anto62 il said:

    che belli !
    pensa che in casa ho il vecchio libro dell’artusi e con Lui non si sbaglia mai
    un bacione

Lascia un commento