Le Anime del Verdicchio by Cucina & Vini

13307378_10208852962189032_3009801678144082536_n

Uno dei più amati bianchi italiani, un’elegante villa con terrazza con una vista mozzafiato su Roma, un parterre di appassionati ed operatori del settore importanti! Tris perfetto per mettere a segno un altro successo targato Cucina & Vini!

villa
Villa Parco della VittoriaIstitu

In un bel pomeriggio di questo strano giugno (che ci ha regalato anche un bell’acquazzone), si è svolta una ricca ed interessante degustazione monotematica sul Verdicchio che ha richiamato 27 cantine con più di 70 etichette di questo gustoso nettare.

E’ stata una grande occasione di incontro, di crescita e confronto sia per le aziende che per i partecipanti che hanno potuto effettuare un viaggio ricco di sensazioni, profumi e sapori in un territorio specifico e limitato. Una location così gradevole predispone gli animi a godere in pieno dell’esperienza che si va a provare e con questo spirito (è il caso di dirlo) ci si appresta alla scoperta dei vini, scambiando opinioni sui vari calici dalle diverse fragranze. Sono state coinvolte entrambe le aree di produzione di questo generoso vitigno, i Castelli di Jesi e la zona di Matelica grazie alla collaborazione dell’ Istituto Marchigiano di Tutele dei Vini dando così ai partecipanti una più completa gamma delle offerte presenti sul mercato.

13392200_1090441611026855_1914141237578881839_o 13383966_10207975535560586_1517147532_o

Per rimanere in tema territoriale, la proposta del cibo è stata rivolta a prodotti delle Marche di eccellenza e conosciutissimi in tutto il mondo: l’oliva ascolana e il salame di Fabriano ma anche tanto altro! I fritti caldi ed i panini con dei salumi pregiati di cui a fine serata restavano solo le briciole, testimonianza certa dell’alto gradimento.

olive salame

standardi

Tantissime etichette interessanti ed è stupefacente quanto lo stesso vitigno possa variare a seconda del terreno, dell’esposizione ai venti marini e al lavoro dell’uomo sia in vigna che in cantina. Degna di nota sicuramente la Cantina Benforte della tenace Signora Giuliana Campolucci che racconta con i suoi vini storie di Calvino e ricordi di famiglia. Delizioso il suo Julì, ha anche una percentuale di passerina che gli conferisce degli aromi intensi di ginestra e frutta esotica.

13410340_10207975535320580_378989662_o13340088_1090404957697187_6562762708754526664_o

Da tenere presente anche la cantina Broccanera che ha presentato un Verdicchio extra brut, metodo classico, 42 mesi sui lieviti, elegante e particolare. La dolce e paziente titolare Ondine De La Feld ha condotto la degustazione dei suoi vini della Tenuta di Tavignano, ha deliziato i palati con ottimi prodotti diversi da solito come il Pestifero, un frizzante dal tappo a corona ed un’etichetta buffa e carina che si memorizza facilmente.

13340260_1090441487693534_7126004518059120282_o

Tante le aziende apprezzabili e non è possibile scrivere di tutte. Tra loro resta in mente Col di Corte il cui slogan è “seguire le stagioni” come viene riportato scrupolosamente sulle etichette dove ci sono i simboli meteorologici relativi alle stagioni di ciascuna annata. Rigorosamente biologica, questa azienda si prefigge una massima attenzione all’ambiente. Non da meno i simpatici ragazzi di Politi che sorridendo versavano nei calici dei vini strepitosi e premiati più volte.

13383759_10207975791926995_1888854965_o

13351005_10207975584921820_616883426_o

Il tempo è trascorso lietamente grazie anche alla compagnia di nuovi e vecchi amici ed anche diversi personaggi di spessore come il noto sommelier Alessandro Scorsone e la chef Maria De La Paz che sono intervenuti all’evento. Fantastici anche i sommelier FISAR sempre molto preparati e professionali.

Non ci resta che sperare che questo appuntamento diventi una ricorrenza e che magari si possano fare anche ulteriori focus su altri vitigni interessanti quanto il Verdicchio.

13327556_10208155028305001_1954668721674618972_n
Al centro Maria De La Paz ed Alessandro Scorsone
13342984_10208155057065720_1857462822221678181_n
Con Valentina Venturato giornalista di Cucina & Vini

13307378_10208852962189032_3009801678144082536_n

13412957_10208155032185098_3219245227035621378_n 13410405_10207975528680414_1521245438_o 13389320_10207975531200477_1026213828_o 13351185_10207975531600487_354110792_o 13383675_10207975567721390_1383836716_o 13403320_1090405027697180_1691914447690079806_o

13397080_10207976382581761_373257427_o (1) 13396648_10207976382501759_365034352_o 13383865_10207975860128700_1808733920_o13410493_10207976382781766_1481677959_o

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Boscolo Etoile Academy - La semifinale del Rice Food Blogger Successivo Siciliainbocca: Marcello, come here!