Bererosa 2017 la festa dei rosati

Uno degli eventi più attesi dell’estate romana si è svolto giovedì 6 luglio nel principesco Palazzo Brancaccio. Numeri da capogiro per la VI edizione della manifestazione dei migliori vini rosati fermi e spumanti a cura di Cucina & Vini.

“Quand il me prend dans ses bras
Il me parle tout bas
Je vois la vie en rose

Elegante kermesse dedicata ad un tipo di vino che soffre ancora di troppi pregiudizi. Il successo di pubblico però dimostra quanto in effetti sia alta l’attenzione da parte dei winelovers.  Le degustazioni in compagnia dei produttori per scoprire il meglio delle loro etichette en rose si sono protratte per più di sei ore ed hanno portato via più di 1500 bottiglie. Si legge sempre sulla versatilità di questi vini e sulla facilità di abbinamento ma nonostante questo è sempre difficile trovarli in carta nei ristoranti e raramente ci vengono proposti in enoteca. Eppure abbiamo degustato ottimi calici che non hanno nulla da invidiare ai nettari più blasonati e personalmente li trovo anche particolarmente affascinanti e belli da servire a tavola.

Una splendida serata con tantissime persone che dialogavano piacevolmente nel parco del Palazzo o nei salottini ottocenteschi. I saloni con i banchi d’assaggio pullulavano di appassionati ed operatori del settore, ben 3500 gli ingressi registrati. Eppure nessuna ressa, giusto un po’ di fila agli stand degli sfiziosi street food ma niente di scoraggiante. Bei visi distesi, tanti cappellini rosa e tanti sorrisi sono ben visibili nelle foto che si trovano sul web ed è stato proprio così: una splendida e serena serata per gli amanti del buon vino e del buon cibo.

Tantissime cantine prestigiose, ben 95, con una sala intera dedicata alla Puglia, portabandiera dei rosati di qualità eccellente. Tantissime conferme di etichette conosciute e altrettante sorprendenti novità presentate quest’anno che hanno incuriosito operatori del settori ed amanti del settore enologico. Con seria professionalità i sommelier FISAR ci hanno servito dei meravigliosi calici di Franciacorta, Oltrepo’ Pavese, ma anche qualche Champagne e strepitosi fermi di uvaggi differenti ed inusuali di tutte le regioni d’Italia, molti di gran pregio.

Quando il cielo si tinge di rosa, ci aspettiamo sempre notizie positive. Un calice con un vino di un bel rosa brillante è sempre portatore di gioia e piacere.  Ed ora ci prepariamo per Sparkle!

Street Food: Meglio Fresco di Mary & ArturoIl Maritozzo Rosso, La Bottega dell’Oliva Ascolana, Le Strade della Qualità La Cannoleria .it.

Le aziende partecipanti

ALTO ADIGE

  • Muri Gries

TRENTINO

  • Istituto Trento Doc (Abate Nero, Altemasi, Balter, Cantina Toblino, Cantine Ferrari, Cantine Monfort, Cesarini Sforza Spumanti, Endrizzi, Letrari, Maso Martis, Maso Nero, Moser, Revì, Rotari, Viticoltori in Avio)
  • Redondel

PIEMONTE

  • Batasiolo
  • La Biòca
  • La Scolca
  • Terre Miroglio

LOMBARDIA

  • Calatroni
  • Castello di Gussago
  • Cavalchina
  • Colabattista
  • Ferghettina
  • Fratelli Berlucchi
  • Guido Berlucchi
  • Guerci
  • Le Marchesine
  • Manuelina
  • Uberti

VENETO

  • Andreola
  • Astoria
  • Bortolomiol
  • Cavalchina
  • Le Manzane
  • Masottina
  • Pozzobon
  • Ruggeri
  • Tenuta Baron
  • Zenato

LIGURIA

  • Lunae Bosoni

EMILIA ROMAGNA

  • Colombarola

TOSCANA

  • Il Borro
  • Poggio Bonelli
  • Tenuta Casteani

MARCHE

  • Luigi Giusti
  • Montecappone

ABRUZZO

  • I Fauri
  • Marramiero
  • Zaccagnini
  • Cataldi Madonna
  • FarneseVini

UMBRIA

  • Feudi Spada
  • Castello delle Regine
  • Le Cimate
  • Briziarelli

LAZIO

  • La Luna nel Casale
  • Marco Carpineti
  • Muscari Tomajolo
  • Vigne del Patrimonio

BASILICATA

  • Giannattasio

CAMPANIA

  • Marisa Cuomo
  • San Salvatore
  • Crateca

PUGLIA

  • Cantine San Marzano
  • Conte Spagnoletti Zeuli
  • D’Alfonso Del Sordo
  • D’Araprì
  • Duca Carlo Guarini
  • Garofano
  • Giai Vini
  • Le Vigne di Sammarco
  • Marulli
  • Mazzone
  • Rivera
  • Spelonga
  • Tenuta Zicari
  • Torrevento
  • Varvaglione
  • Vetrére
  • Biocantine Giannattasio
  • Cantine PaoloLeo

 

photo di Irina Ras
photo scattata da Catia Lorusso
photo di Pasquale Pace
Photo di Pasuquale Pace

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!

Related posts:

Precedente Ristorante Pizzeria Il Piccolo Buco Successivo Nasce Goormee il nuovo blog di Francesco Coccia