Torrone sardo di Tonara ricetta dolce tipico

TORRONE SARDO di Tonara, ricetta dolce, torrone bianco morbido alle mandorle tostate, idea regalo di Natale, torrone fatto in casa con bimby o senza.

Torrone sardo di Tonara ricetta dolce tipico

Il torrone sardo di Tonara è ottimo! fatto con lavorazione artigianale con miele sardo, senza zuccheri aggiunti o in piccolissime quantità, che gli conferisce un colore avorio e comunque non bianchissimo.

La ricetta è semplice e si può realizzare in casa facilmente.

Gli ingredienti per il torrone sardo sono 3, mandorle, miele, albume, esistono anche altre varietà con pinoli, nocciole e con l’impiego di bucce di agrumi.

E’ prodotto nella Barbagia, nel Campidano e nel Logudoro cioè nella zona centro settentrionale, ma quello di Tonara è il più profumato il più particolare per l’uso esclusivamente di miele sardo.

Si tratta di un torrone bianco morbido e goloso davvero!

Seguitemi in cucina oggi c’è il torrone sardo di Tonara!

Ricetta dolce sardo, tipica regionale, facile da realizzare

Recipe Type: Dessert
Cuisine: Italian
Author: Vickyart
Prep time:
Cook time:
Total time:
Serves: 4

Torrone sardo di Tonara

QUI ALTRE RICETTE

Segui le ricette di Arte in Cucina anche su Telegram sul canale telegram.me/arteincucina

QUI SE VUOI SEGUIRMI SULLA PAGINA FACEBOOK

Ingredients
  • 500 gr di miele
  • 400 gr di mandorle spellate
  • 1 albume piccolo
  • 1 ostia
Instructions
  1. Tostate quindi le mandorle spellate
  2. Scaldate poi a bagnomaria il miele fino a farlo diventare liquido
  3. Montate quindi a neve l’albume, aggiungetelo al miele e continuate ad amalgamare tenendo tutto sul fornello a bagnomaria per 45 minuti
  4. Versate poi le mandorle nell’impasto e amalgamate velocemente.
  5. Trasferite quindi tutto in una teglia di alluminio con l’ostia, distribuite per ben il composto, livellatelo e lasciate raffreddare.
  6. Richiudetelo poi nella carta forno e tenete lontano da fonti di calore.
  7. Se volete procedere con il bimby:
  8. Mettete quindi la farfalla nel boccale inserite l’albume 10 sec. vel.2
  9. Aggiungete poi il miele 100° vel 2 per 60 minuti.
  10. Al termine inserite quindi le mandorle e amalgamate velocemente con una spatola e versate tutto in una teglia in cui avrete sistemato l’ostia.
  11. Lasciate poi riposare un po’ poi tagliate a pezzi.
  12. Bon appètit
Tutte le raccolte di ricette scaricabili le trovi QUI  basta cliccare l’icona del floppy in fondo alla raccolta.

Tutti i miei dolci di Natale QUI

Dolci di Natale napoletani

Antipasti per Natale

Primi piatti per Natale

Torrone sardo di Tonara ricetta dolce tipico arte in cucina

Precedente Girasole rustico farcito con foto passo passo Successivo Panettone glassato alle mandorle

37 commenti su “Torrone sardo di Tonara ricetta dolce tipico

  1. E’ superfantastico!!! Io non avevo mai mangiato torrone fino allo scorso anno quando l’abbiamo fatto in casa e da quel momento ancora me lo sogno… 🙂

  2. Buonissimo questo torrone!! ci credi che credevo si dovesse cuocere in forno o non so bene nemmeno io dove??
    Invece sembra facile!!
    Ok ho deciso, nei pacchetti di natale ci sarà anche questo!!!
    bravissima, un bacio!!

  3. Ho provato a fare i torroncini morbidi, ma questo mi ricorda quello che attendevo di mangiare a Natale.
    Un tuffo nei ricordi d’infanzia!

    Grazie

  4. donaflor il said:

    Vickyyyyy….il torrone bianco è quello che adoro di più! mi hai fatto venire voglia di provarlo! bravissimaaaa!
    bacioni

  5. tizyp il said:

    ciao vorrei sapere se resta duro o morbido? se una volta fatto si può conservare fuori dal frigo ,e questi dosi per quanta quantità è di torrone.Grazie a chi risponderà.Tizy

    • vickyart il said:

      qusto torrone è duro, o comunque non morbido, lo puoi tenere fuori dal frigo chiuso nella carta forno magari e lontano da fonti di calore assolutamente altrimenti si scioglie un po’… la misura è di circa 20-22 cm per 5 cm la teglia una comune teglietta di alluminio piccola va benissimo, io l’ho steso sulla carta forn, ho messo l’ostia e poi versato l’impasto che è semisolido, bisogna essere davvero rapidi 🙂

  6. elisa il said:

    A me é venuto scuro, l’ ho fatto bruciare o dipende dal tipo di miele? Ho usato il millefiori 🙁

    • vickyart il said:

      credo la cottura troppo prolungata, in pratica il miele ha cotto troppo o la fiamma era troppo alta, senza bimby vero?

  7. monica il said:

    Ciao,proprio ieri sera ho provato a fare il torrone sardo prendendo la ricetta da un blog a caso è venuto buono ma scurissimo e non l’esecuzione non diceva di farlo a bagnomaria,ho visto solo stamattina il tuo blog e volevo provare la tua ricetta ma… hai la ricetta di quello morbido?
    Grazie Monica

      • Rik il said:

        Ciao vickyart!
        Mi accingo a fare il secondo esperimento col torrone, col bimby ovviamente!
        Per il primo ho seguito la ricetta del morbido, ora voglio provare questo, che tu dici essere più duro..
        Mi confermi che l’unica differenza è la quantità di miele? 500 gr anziché 400?
        Il miele d’arancio va bene?

        • ciao! allora, io ho fatto questa ricetta più di una volta con il bimby e mi sono trovata bene quindi 500 g di miele, resta più duro, non da spaccare i denti ma più duro rispetto ad un classico torrone morbido, anzi indurisce subito per cui bisogna far presto a toglierlo dal boccale.. per il miele non saprei dirti non dovrebbe esserci differenza, io ho usato quello che avevo in casa, in genere millefiori

  8. Frank Zamburro il said:

    Hi and thank you for the sardinian torone recipe,

    I have one query, you state the quantities for the honey and nuts
    and 1 albume piccolo, would I be right if I read this to be the white of one egg. please help, I can’t wait to get to work.

    Thanking you Frank Zamburro

  9. Cristina il said:

    A me é rimasto molto morbido, direi che non si indurisce affatto. Posso provare a cuocerlo di nuovo come si fa con la marmellata o….butto via tutto?

    • tienilo in frigo per più tempo, quanto morbido, quanto lo hai fatto riposare? l’hai fatto con il bimby o senza? non buttare niente, fallo più sottile se è ancora così tanto morbido.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.