Crea sito

Il pandoro veloce

Si bene la ricetta del pandoro veloce! da fare in un solo giorno!

Si sta avvicinando il Natale potrebbe esservi utile la ricetta del Pandoro per stupire e deliziare i vostri amici e commensali!

Seguitela alla lettera e non ve ne pentirete è davvero buonissima!

Con questa dose riuscirete a fare un pandoro per uno stampo più un pandorino piccolo e delle morbidissime brioschine!

Pandoro veloce senza sfogliatura ricetta 2012

Ti potrebbero intressare le lumachine fatte di pasta brioche sfogliata ( questa del pandoro)

Les escargots con pasta briosche sfogliata per colazione


il panettone

 Il procedimento è lungo ma il più corto di altri trovati nel web!  Ho utilizzato la macchina del pane per abbreviare i tempi di lievitazione.

Gli ingredienti iniziali sono pochi i li ho dovuto accompagnare con una spatola..

La ricetta è presa da QUI

Questa ricetta contiene glutine.

Pandoro veloce senza sfogliatura ricetta 2012

Ricetta: Il Pandoro veloce

Ingredienti

  • 650 gr. di farina bianca
  • 300 gr. di burro
  • 200 gr. di zucchero semolato
  • 30 gr. di lievito di birra
  • 9 uova
  • 1 busta di zucchero a velo
  • ½ bicchiere di panna (sostituito con 100 grammi di yougurt e 3 cucchiai di latte condensato)
  • 1 limone
  • Procedimento:
  • Il procedimento è un po’ lunghetto ma molto più corto di altri trovati nel web! Ho utilizzato la mdp per abbreviare i tempi di lievitazione solo che gli ingredienti iniziali sono pochi i li ho dovuto accompagnare con una spatola..
  • Prima fase: inserire nella mdp 75 grammi di farina, 20 grammi di zucchero semolato, un tuorlo d’uovo e il lievito di birra.(ovviamente potete fare tutto a mano o con planetaria)..
  • Seconda fase…A livitazione ottenuta, dopo un ora e trenta ho aggiunto gli altri ingredienti usando la planetaria e ho messo a lievitare nel cestello della mdp sfruttando il calore della precedente lievitazione!..
  • Dunque aggiungere 170 grammi di farina, 3 tuorli d’uovo, 30 grammi di burro ammorbidito e 100 grammi di zucchero semolato, lavorare per qualche minuto, riformare un panetto e mettere a lievitare.
  • Terza fase.. aggiungere i restanti ingredienti ( 405 grammi di farina , 80 grammi di zucchero semolato, 40 grammi di burro ammorbidito, la scorza di limone grattugiata, 3 tuorli ed 1 uovo intero), impastate con vigore fino a ottenere un composto elastico che non resti attaccato alle mani, formare la palla e mettere a lievitare al coperto con pellicola trasparente fino al raddoppio.. io ho preriscaldato il forno per 5 minuti a 30 gradi…
  • Quarta fase, prendete l’impasto e aggiungete lo yougurt e il latte condensato oppure la panna e un tuorlo, ricomporre il panetto, prendere una bilancia e pesare, bisogna calcolare 150 grammi di burro per ogni chilo di impasto.
  • Quinta fase.. stendere la pasta e sistemare il burro come si fa per la sfoglia, chiudere e stendere con il mattarello e poi effettuare le pieghe come si fa per la sfoglia.. cioè bisogna avere un rettangolo con il lato corto verso di noi ed effettuare una piega verso il centro e poi un’altra sopra, stendere un po’ e mettere in frigo per 30 minuti.. Ripetere l’operazione tre volte..
  • A questo punto prelevare l’impasto stendere con mattarello delicatamente e arrotolare su se stessa senza tirare troppo.. come un rotolo e lasciar lievitare.. prelevare, formare delicatamente una palla che va chiusa sotto e mettere a crescre nello stampo, con la chiusura verso l’alto…
  • Infornare a 190 gradi per 20 minuti poi abbassare a 175 gradi e cuocere per altri 10 minuti…
  • A cottura ultimata capovolgete lo stampo e lasciate raffreddare..
  • Bon appétit…

Cooking time: 30 minute(s)

Voto 5 Stelle:  ★★★★★ 1 review(s)

Copyright © Vickyart.

Ripubblico questa ricetta per partecipare al blogcandy di Susy

abbinandola al peccato Invidia perchè è una ricetta che sbalordirà di sicuro sia per la bontà che per la semplicità nonostante sembri molto lunga… da far invidia se vi procurate lo stampo e lo regalate a Natale a chi pensa che siete negati in cucina !

e al contest di Terry baci di zucchero

21 Risposte a “Il pandoro veloce”

  1. Il pandoro è il mio preferito e non ho mai provato a farlo da sola, mi sa che seguirò questa ricetta perchè di te so che c’è da fidarsi. Intanti pian piano prendo l’occorrente anche per lo stollen del quanti modi, tu ci sarai a dicembre? un bacione

  2. ciao cara
    grazie del pensiero!
    Non sono sparita …..è che ho avuto i tinteggiatori in casa e ora sono di…….ramazza! :(((((
    questa ricetta è favolosa ma troppo complicata per me!
    solo una cosa caso mai mi venisse l’idea: al punto 3 quando hai rimesso a lievitare nella MDP lo hai fatto per quanto tempo?
    ah…e poi: hai proseguito impastando a mano prima delle pieghe??
    cioè veramente avrei un’altra domanda ^_^:
    lo stampo è quello da 1 kg:?
    il tuo è venuto uno spettacolo!!
    ……e quel panettone più sotto???
    grazie e baci

    1. la rilievitazione sarà durata un oretta,… l’impasto l’ho proseguito con la planetaria, poi coperto con pellicola, va bene anche la mdp o mano (calcolando che la mdp per riprendere tutto l’impasto e lievitazione impiega 1 ora e 30, con la planetaria ci vule meno tempo per impastare e una volta coperto con pellicola cresce più facilmente.. lo stampo è qullo da 1 kg.. ma ti avanza dell’impasto per farne uno piccolino e delle brioshine se vuoi.. sono molto buone!

  3. Ricetta che voglio provare assolutamente!
    Ho due domande che si aggiungono a quelle di Annaferna: i tempi di lievitazioni dei punti 1 e 2.
    Grazie e bravissima!
    Mamma in pentola

    1. il pandoro può essere fatto anche la sera e poi ripreso la mattina, calcola che per ogni lievitazione occorre sempre un ora-1-30 tieni coperto e metti in forno preriscaldato.. in genere è la prima lievitazione + lunga ma usando una mdp non te ne accorgi nemmeno 🙂

  4. l’anno scorso ho provato il panettone …quest’anno mi tocca il pandoro!!!! se poi riesco in giornata è il massimo…ricetta segnata…buona serata

  5. Vicky è uno spettacolo il tuo pandoro….c’è da lavorare ma alla fine sò soddisfazione, anch’io lo faccio però poichè ai miei il pandoro non piace ci aggiungo pezzetti di cioccolato e cioccolato fuso sopra e lo chiamo pand-ettone 😀 ho messo anche la foto su fb…quest’anno proverò la tua ricetta…mi pare migliore e poi mi incuriosisce lo yougurt…ciao cara e buona domenica!!

  6. Ri ciao cara Vichi oggi ero in vena di copiarti tutte le ricette mi mancava questa prelibatezza che farò prestissimo.. ps dopo vedo se hai anche la torta con la scarola BACIO BACIO SIMMY

  7. ma ti è venuto davvero bene! eppure non ho mai provato a farlo in casa, in genere quelli comprati non li mangio mai, è raro che ne assaggi un pezzetto, forse è per questo 🙂 però a vederlo così mi fa venire voglia di provare!magari durante queste feste mi cimento!! ciao cara!! :*

    1. eh si hai ragione ma questo fidati è il metodo più veloce, c’è quello con la sfogliatura e li i tempi si prolungano di molto.. purtroppo a mano è tutto a rilento 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.