Pasta frolla – ricetta classica

Oggi vi parlerò della pasta frolla – ricetta classica.

Indiscussa protagonista della pasticceria, la pasta frolla è utilizzata per la creazione di diversi tipi di dolci.

E’ un impasto molto versatile, con una caratteristica imprescindibile : la friabilità.

Dall’incontro di semplici ingredienti mescolati in modo variabile, ma armonioso fra loro, otteniamo un impasto base su cui stendere creme e confetture di ogni genere, e da cui partire per creare biscotti, crostate e pasticcini.

Si chiama “pasta frolla” proprio perché è una pasta friabile e fragile ma non una pasta dura.

Quello che la rende più o meno friabile e più o meno croccante è il dosaggio dei suoi ingredienti.

Il burro dona alla pasta la sua caratteristica friabilità, infatti più burro useremo e più otterremo un impasto morbido e friabile

Le uova sono responsabili della sua consistenza, se ai tuorli aggiungeremo un albume otterremo un impasto più croccante.

La pasta frolla è semplice da fare, ma per una buona riuscita occorre qualche piccolo accorgimento.

Questo impasto necessita di poca lavorazione, e deve essere lavorato velocemente per non scaldarlo troppo con le mani, perché renderebbe la pasta frolla difficile da stendere e meno friabile una volta cotta.

Direi che ci siamo, carta e penna per la lista della spesa?… E’ vero, lo so… mi direte che sono antica… oggi ci sono le App per fare la lista di quello che ci serve, ma io proprio non mi ci trovo!

Uso computer e cellulare ma la lista della spesa per me si fa con un bigliettino ricavato dalla carta che devo buttare e penna! 😀

Ora vi dico quello che ci serve per fare la pasta frolla:

  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Porzioni8 persone
  • CucinaItaliana

Lista della spesa

Ecco cosa comprare
  • 500 gFarina 00
  • 2Uova
  • 250 gZucchero
  • 250 gBurro (freddo di frigorifero)
  • 1 pizzicoSale
  • aroma a piacere (scorza grattugiata di limone, cannella, vaniglia ecc..)

Preparazione della pasta frolla

Per questa ricetta si comincia così:
  1. Prepariamo la pasta frolla in questo modo:

    Disponiamo la farina a fontana e uniamo lo zucchero ed il burro freddo tagliato a pezzetti.

    Impastiamo velocemente con la punta delle dita, si formeranno come delle briciole. A questo punto uniamo le uova, gli aromi ed il pizzico di sale e continuiamo ad impastare formando un panetto liscio e omogeneo.

    Attenzione a non scaldare l’impasto perché, come ho detto in premessa, si rovinerebbe la resa in cottura. All’occorrenza potete raffreddarvi le mani sotto acqua fredda e poi continuare ad impastare.

    Nel caso l’impasto tendesse a sbriciolarsi, rimediate aggiungendo qualche goccia di acqua fredda. 😀

    La pasta frolla è fatta! Ora avvolgiamola con della pellicola trasparente e lasciamola a riposare 30 minuti in frigorifero.

    Trascorso il tempo di riposo non vi resta che preparare tante golosità! Pronti? 1..2..3.. si mangia!

    blog.giallozafferano.it/unoduetresimangia

  2. Se avete dubbi o domande scrivetemi!
    Potete contattarmi sui miei profili social come Facebook, Twitter, Pinterest , Instagram o direttamente qui sul blog,
    Potete iscrivervi alla mia newsletter per ricevere le mie ricette e novità direttamente sulla vostra casella di posta!
    A voi la scelta! Vi aspetto numerosi, più siamo e meglio!!
    Vi aspetto! 😀



Curiosità….

Sapevate che la pasta frolla ha origini molto antiche? Fece la sua prima comparsa intorno all’anno 1000 era inizialmente usata per preparazioni salate! Fu poi perfezionata agli inizi del ‘700 per la preparazione di timballi e pasticci di carne. In seguito i pasticceri tolsero la parte salata dall’impasto creando le prime versioni della conosciutissima crostata alla frutta! 😀 Per essere sempre aggiornati sulle mie ricette iscriviti alla mia FanPage di Facebook cliccando qui mi piace Unoduetre …si mangia! Ti aspetto! 😀  Anna

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Anna Cimmarusti

Sono Anna, mi piace ridere, sono curiosa di conoscere tutto quello che ancora non so e naturalmente adoro cucinare! Un po' come si giocava da bambini... ecco il mio Unoduetre... si mangia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.