Crea sito

Pici con ragù di cinghiale

I pici con ragù di cinghiale sono un primo piatto tipico toscano dal sapore unico e avvolgente. Il cinghiale è una carne selvatica che necessita di marinare prima di poter essere cucinata, per cui assicuratevi di avere a disposizione almeno 10/12 ore per questa operazione. In questo caso ho utilizzato i classici pici toscani, ma in alternativa potete utilizzare anche altri formati di pasta lunga. Ovviamente con questa carne potete preparare anche altri ottimi piatti, come il succulento spezzatino di cinghiale di cui vi lascio il relativo link. Consiglio caldamente di invitare amici e parenti e realizzare un menù completo con questa buonissima carne, magari accompagnato da un ottimo vino toscano!

pici con ragù di cinghiale
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 150 gspezzatino di cinghiale
  • 200 gpici
  • carota
  • sedano
  • cipolla rossa
  • sale
  • pepe
  • 1 ramettorosmarino
  • bacche di ginepro
  • vino rosso

Preparazione

  1. marinatura cinghiale

    Come già scritto in fase di introduzione, è innanzitutto necessario procedere con la marinatura del cinghiale. Solitamente il cinghiale viene venduto tagliato tipo spezzatino, inseriamolo quindi in una bull al cui interno andremo a inserire anche la carota, una cipolla rossa, una costa di sedano, 2/3 bacche di ginepro, alloro, rosmarino, sale e pepe. Copriamo quindi il tutto con il vino rosso, io ho utilizzato un chianti ma potete utilizzare anche altri vini adatti alla marinatura. Mettiamo a riposare nel frigorifero avvolto da carta pellicola.

  2. ragù di cinghiale

    Trascorse 10/12 ore, prendiamo alcuni pezzi del nostro spezzatino di cinghiale e lo riduciamo a pezzetti piccoli adatti ad un ragù.

    Nel frattempo prepariamo anche il trito per il soffritto. Tagliamo a coltello, oppure con l’utilizzo di un tritatutto, carota sedano e cipolla rossa.

  3. ragù di cinghiale

    Prendiamo una padella antiaderente e facciamo scaldare un cucchiaio di olio EVO con una piccola noce di burro, aggiungiamo il nostro trito di verdure per soffritto e un rametto di rosmarino. Quando le verdure inizieranno a sfrigolare, mettiamo il ragù di cinghiale e lasciamo cuocere a fiamma vivace per circa 3/4 minuti girando frequentemente, quindi sfumiamo con un quarto di bicchiere di vino rosso. Regoliamo di sale e pepe e facciamo cuocere per circa 10/15 minuti. Durante la cottura possiamo inserire un mestolo di brodo vegetale caldo, o ancora meglio un mestolo di liquido di cottura dello spezzatino di cinghiale, nel caso in cui abbiate deciso di cucinare anch’esso.

  4. piatto finale

    Nel frattempo, buttiamo i pici in abbondante acqua salata. Scoliamo la pasta ancora al dente direttamente nella padella col ragù di cinghiale. Facciamo saltare il tutto per circa 2/3 minuti, in modo da condire uniformemente la pasta e terminare la sua cottura.

    Quando i nostri pici con ragù di cinghiale saranno cotti a puntino, spegniamo il fuoco e serviamo immediatamente.

    Buon Appetito!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!