Calamari ripieni

Ed eccoci arrivati al mese di dicembre. Vorrei tanto potervi dire Che sono felice di vivere questo mese e di aspettare il Natale con La Gioia Che questa festa si merita, ma ancora una volta devo ricredermi. Per la verità io sono sempre fiduciosa e aspetto questo mese con gioia, ma appena mi accingo uno viverlo devo ricredermi, per me questo è un mese Che cancellerei volentieri dal calendario. Il tutto comincia da lontano, dicembre è sempre un mese di lutti per la mia famiglia le persone più importanti se ne sono andate un questo mese. Ma è anche portatore di malattie e disagi lavorativi e neppure quest’anno ha fatto eccezione niente lutti per ora, niente malattie o disagi lavorativi ma dei problemi con vicini prepotenti e arroganti che vorrebbero appropriarsi dei diritti degli altri per non dire che vorrebbero comandare a casa d’altri. Speriamo che tutti finisca in fretta io rispetto la proprietà degli altri perché giusto, ma voglio che gli altri rispettino la mia. Scusate lo sfogo e perdonatemi se non passo a salutarvi oltre tutto sono anche mezza acciaccata da un brutto mal di gola. La ricetta di oggi è buonissima i calamari rimangono morbidi, il sughetto è una squisitezza leggero sapore con del rosmarino che da un calore aggiunto al piatto rendendolo ottimo per condire gli spaghetti degli se avanza.

DSC00659 copia.jpg1.jpg
Ingredienti:
  • 1 kg di calamari i mieri Erano 3 calamari
  • 50 gr di mortadella
  • 60 gr di Parmigiano Reggiano
  • 6 cucchiai di pane grattugiato
  • 1 uovo
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • 1 Rametto di Rosmarino
  • vino bianco secco
  • 400 gr di polpa di pomodoro
  • olio evo
  • Sale e Pepe q.b.
Procedimento:
Lavare e asciugare i calamari (fatti pulire dal Pescivendolo), staccare i tentacoli Sacche e dalle tritarne la meta. Far soffriggere in una padella lo spicchio di aglio tritato con 2 cucchiai di olio, aggiungere il trito di tentacoli e cuocere un basso fuoco 2-3 minuti, sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco. Trasferire i tentacoli cotti in una ciotola, unire la mortadella sminuzzata, Il parmigiano, i cucchiai di pan grattato e l’uovo leggermente sbattuto regolare di sale e pepe, Quindi farcire le sacche dei calamari fino in fondo riempendolo poco più della metà e fissarle con dei Robusti Stecchini. Tritare la cipolla, la carota, il sedano con le foglie del rosmarino, lontano soffriggere il trito in una padella con 4 cucchiai di olio, unire i calamari farciti e farli rosolare da tutte le parti girandoli delicatamente. Aggiungere i tentacoli rimasti, sfumare con del vino bianco, lasciarlo e evaporare unire la polpa di pomodoro evaporare, salare e pepare, continuare La cottura per 30-35 minuti bagnando se occorre con poca acqua calda.
DSC00658 copia.jpg1.jpg
Precedente Focaccia di patate Successivo CREMA DI PORRI

7 commenti su “Calamari ripieni

  1. Soleluna il said:

    @ grazie dei vostri graditissimi commenti ricchi di parole di conforto…credetemi questa testimonianza di amicizia mi riempie il cuore di gioia…scusatemi se sono latitante ma vi porto sempre nel cuore un bacio a tutte…e felice weekend Luisa

  2. MA sai che i calamari ripieni non li ho mai fatti? Ho sempre temuto che risultassero “pesanti”, ma i tuoi mi ispirano proprio!
    Rimettiti presto dal mal di gola e in bocca al lupo per le tue vicissitudini con il vicinato!

  3. Cara Luisa, stai serena, so che é difficile ignorare gli arroganti e non é giusto mandare giù bocconi amari, ma se ce la fai, prova a “non ti curar di loro…
    Un bacione cara e buon we.
    PS: questi calamari? Mi stuzzicano tantissimo.

  4. Cara Luisa, sfondi una porta aperta…ti capisco vengo anch’io da alcune esperienze negative, la gente spesso è cattiva, egoista e noi dobbiamo farne le spese…
    Cerca di essere positiva e vivi questo periodo nel modo migliore, lasciandoti scivolare di dosso le cattiverie…credimi funziona!
    Dicembre è un mese magico, cerca di ritrovare il sapore dell’attesa e della gioia…io ti penso e ti mando tutta la positività possibile!
    Ottimi i calamari, a me scoppiano sempre in cottura, mannaggia…mi sembra di riempirli poco, invece poi…paff!!!!!!!!
    Un abbraccio di cuore e scrivimi se vuoi!!

  5. Splendida idea quella dei calamari ripieni!!!!
    Oh cara Luisa!Mi spiace per i problemi con i vicini arroganti…ne so qualcosa, i miei sono tremedi sempre a chiacchierare per ogni minima cosa!Anche per me non è sempre stato un bel periodo…tu pensa, mio nonno è andato via tra la sera del 24 e la mattina del 25 (gli ho voluto un mondo di bene)…ma sono sicurissima che non avrebbe mai voluto vedermi triste in questo periodo, lo ricordo con tanto affetto non solo in questo periodo ma durante tutto l’anno!UN ABBRACCIO

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.