Arrosto di tacchino al forno con patate

Arrosto di Tacchino al forno con patate, un secondo di carne appetitoso e genuino, un piatto classico e tradizionale, perfetto per un secondo piatto domenicale o per le feste.

Un classico accompagnato da un contorno classico e saporito, le patate!! Il contorno che tutti amano insieme a una carne bianca e super saporita aromatizzata e profumata con semplicità!
L’arrosto di tacchino al forno con patate, oltre ad essere un secondo di carne elegante da servire, come tutti gli arrosti è comodo, metti tutto in una teglia e al resto ci pensa il forno, mentre voi potete organizzare il resto.
Potete realizzare il vostro arrosto di tacchino al forno con patate anche in anticipo, anche il giorno prima, dopo cotto lo tagliate a fette, lo ripassate in forno 15 minuti ed è pronto per essere servito.
Ma adesso andiamo a vedere la ricetta…molto semplice, creerete il vostro arrosto di tacchino partendo da semplici fette di petto di tacchino!!
  • DifficoltàMedio
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni6 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per l’arrosto di tacchino al forno con patate

  • 800 gPetto di tacchino
  • 6Patate (medio/grandi)
  • 3 ramettiRosmarino
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe
  • q.b.Rete elastica per arrosti (o filo per arrosti)

Preparazione dell’arrosto di tacchino al forno con patate

  1. Per la realizzazione del vostro arrosto di tacchino al forno con patate, dovrete prima di tutto realizzare il vostro arrosto utilizzando le fette di petto di tacchino, questo passaggio è più semplice di quanto pensiate, ma se volete potete farvelo fare dal vostro macellaio di fiducia o comprare l’arrosto di tacchino già pronto nelle confezioni di note marche.

  2. Per realizzare il rollè da soli, prendete i petti di tacchino, allargate le fette e disponetele una accanto all’altra.

    Avvicinatele e sovrapponete i lati per qualche cm, circa 2 o 3.

    Mettete un po’ di sale, un po’ di pepe e qualche aghetto di rosmarino tritato.

  3. Non vi resta che arrotolare i petti di tacchino su se stessi, iniziate da un lato fino a formare un salsicciotto.

    Ai lati mettete il rosmarino, se volete anche salvia e alloro, e infilate il rollè di tacchino dentro la rete elastica.

  4. Massaggiate l’esterno con un po’ di olio e sale (per renderlo più ricco prima di mettere la rete potete coprire l’arrosto di tacchino con fettine di pancetta stesa o bacon). Il vostro arrosto di tacchino è pronto per essere cotto!

  5. Mentre il vostro arrosto di tacchino riposa. Prendete le patate, sbucciatele e affettatele a spicchi, o se preferite a cubetti ma non troppo piccoli. Se volete un aspetto più rustico e più ricercato potete utilizzare le patate con le bucce.

    Mettete le patate in una teglia molto capiente, irroratele con olio extravergine di oliva, aggiungete un po’ di sale, un po’ di pepe e un rametto di rosmarino.

  6. In una padella mettete un filo di olio, mettete l’arrosto di tacchino e rosolatelo su tutti i lati. Questo passaggio serve a rosolare l’esterno e per far restare il vostro arrosto di tacchino morbido e succoso.

    Fatto questo passaggio, mettete l’arrosto di tacchino nella teglia con le patate, infornate a 200° C a forno statico per circa 45 minuti, nel ripiano centrale del forno.

    Quando il vostro arrosto di tacchino al forno con patate è cotto, affettatelo e servitelo caldo con una buona porzione di patate!

    QUI TROVERETE TANTE RICETTE DI ARROSTI SEMPLICI MA ANCHE SFIZIOSI!

    Per tante altre ricette metti MI PIACE su Facebook QUI e su Instagram QUI.

    Alla prossima da Sapore di Arianna!

Note

Potete realizzare il vostro Arrosto di Tacchino al forno con patate anche il giorno prima, sarà ancora più comodo, tagliarlo a fette prima di riscaldarlo. Sarà già affettato, così non vi sporcherete e buono, come appena fatto!

Conservazione:

Potete conservare il vostro arrosto di tacchino al forno con patate in frigorifero fino a 3 giorni dopo chiuso ermeticamente in un contenitore.

Oppure potete surgelarlo già cotto e affettato ben chiuso, potete consumarlo fino a 3 mesi dopo.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.