Crea sito

Fave e patate in vasocottura

Un condimento espresso e saporito con fave e patate reso ancora più buono dalla vasocottura al microonde, con la tecnica studiata ed ideata dalla bravissima amica e blogger Rosella Errante di Nel tegame sul fuoco.
Da preparare anche in anticipo di parecchi giorni ed aprire solo al momento dell’utilizzo, con la certezza di profumi e sapore amplificati!

La primavera è il periodo migliore per la reperibilità delle fave fresche, ma allo stesso modo, possono essere utilizzate fave surgelate, così da poter gustare il condimento di fave e patate in qualsiasi stagione.

Per una migliore digeribilità consiglio di eliminare il tegumento delle fave immergendole prima in acqua bollente per qualche minuto e, poi, sfregandole tra il pollice e l’indice.

Non preoccupatevi se i vasetti sono riempiti fin sotto l’imboccatura, il liquido verrà assorbito dalle verdure ma, se voleste sentirvi più tranquilli, potete utilizzare i vasetti da 750 ml prolungando di 3 minuti il tempo di cottura e, di conseguenza, anche quello per l’apertura.

  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 6 + 30 di riposo Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 2 vasetti da 500 ml/ 4 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 160 g fave fresche o surgelate (sgranate e prive del tegumento)
  • 16 Pomodorini ciliegino (senza pelle)
  • 160 g Patate (a dadini regolari)
  • 100 g Pancetta affumicata (a dadini)
  • mezza Cipolla (tritata)
  • 2 cucchiaini Concentrato di pomodoro
  • q.b. Brodo vegetale
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe
  • q.b. Olio extravergine d'oliva (facoltativo, a crudo dopo l'apertura)
  • qualche foglie Basilico fresco

Preparazione

  1. Fave e patate

    In un padellino rosolate la pancetta affumicata con la cipolla e tenete da parte.

    In ogni vasetto (senza ganci e coperchio) distribuite metà fave decorticate, metà patate, metà pomodorini, 2 foglie di basilico spezzettato, un cucchiaino di concentrato di pomodoro e metà della pancetta tenuta da parte; coprite il condimento a filo con il brodo vegetale, regolate di sale (tenete conto della sapidità della pancetta), date un giro di pepe e mescolate con un cucchiaio.

    In alternativa, potete condire le verdure in una ciotola e poi travasare nei barattoli.

    Con un panno asciutto pulite i bordi dei vasetti in vetro e richiudete ermeticamente con i coperchi provvisti di guarnizione.

    Programmate il microonde ad una potenza di 750 W per 6 minuti e cuocete un vasetto alla volta.

  2. Fave e patate

    Una volta terminata la cottura prelevate i vasetti con molta cautela, utilizzando le presine o la pinza specifica per la vasocottura, e fate riposare per almeno 30 minuti.

    Durante il tempo di riposo continuerà la cottura delle fave e patate e non provate assolutamente ad aprire il vasetto per evitare ustioni, sarebbe come aprire una pentola a pressione senza averla fatta sfiatare.

    Al termine del tempo di riposo, per aprire da subito il vasetto con fave e patate basterà sganciare il tappo e rimettere in microonde alla stessa potenza per 2/3 minuti: la spinta del vapore farà aprire dolcemente il coperchio di vetro.

    Se deciderete di conservare il condimento in frigorifero (fino ad una settimana) per aprirlo servirà qualche minuto in più, dato che contenuto e vasetto saranno freddi ma, comunque, è sempre meglio farlo acclimatare o utilizzare la funzione defrost del vostro microonde per 2 minuti.

    Otterrete un condimento con fave e patate cotte a puntino ma non spappolate e dai colori brillanti: utilizzatelo per condire pasta di formato piccolo o spaghetti sminuzzati accompagnandolo con una spolverata di pecorino o parmigiano. Ogni vasetto è sufficiente per due persone.

    Oppure, consumate fave e patate come zuppa insieme a crostoni di pane.

    Piaciuta la ricetta? Per restare aggiornati seguitemi anche sulla pagina Facebook PASSIONE DOLCE E SALATA.

  3. Fave e patate

Consiglio

Durante la cottura è normale l’emissione di vapore ed è molto probabile che ci siano anche delle fuoriuscite del liquido di cottura. Per limitare al minimo di sporcare il forno potete mettere dei fogli di carta assorbente da cucina sotto il vasetto e sopra il tappo, dando la forma con le mani, in modo da imprigionare gli schizzi.

Se volete approcciarvi a questo meraviglioso metodo di cottura vi consiglio di iscrivervi al gruppo su Facebook DAL TEGAME AL VASETTO.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.