Crea sito

Turdilli calabresi: dolce tradizionale al miele.

I Turdilli è un dolce di Natale tipico della mia amata Calabria e come ogni anno non può assolutamente mancare sulla tavola della mia famiglia.
A rendere i turdilli irresistibilmente irresistibili è la loro consistenza morbida all’esterno e friabile e croccante all’interno. Per non parlare del loro profumo avvolgente e dolce, che attinge all’immaginario e riporta indietro nel tempo a quando si era bambini spensierati e felici!

Turdilli calabresi ricetta di famiglia passione e gusto con Mariafrancesca
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzionioltre 80 pezzi
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1600 kgfarina 00 (più un po’ se dovesse risultare ancora morbida)
  • 6uova (temperatura ambiente)
  • 300 gzucchero
  • 300 gMartini bianco
  • 1/2limone (succo )
  • 1lievito in polvere per dolci

Per friggere

  • q.b.olio di semi di girasole

Per decorare

  • q.b.miele di castagno

Preparazione

  1. Turdilli calabresi ricetta di famiglia passione e gusto con Mariafrancesca

    Per preparare i turdilli calabresi, per prima cosa mettete in una pentola lo zucchero, il liquore e l’olio. Portate sul fuoco e a fiamma molto bassa fate sciogliere dolcemente lo zucchero. A questo punto spegnete e mettete da parte.

    Procedete lavorando in una ciotola capiente le uova con un paio di cucchiaini di succo di limone. Versate a filo il composto liquido di zucchero, olio e liquore che nel frattempo si sarà raffreddato. Amalgamate il tutto e unite a più riprese la farina setacciata insieme al lievito.

  2. Turdilli calabresi ricetta di famiglia passione e gusto con Mariafrancesca

    Lavorate gli ingredienti con le mani fino ad ottenere un panetto sodo e compatto, volendo potete trasferirvi su un piano di lavoro leggermente infarinato. Quindi prendete un po’ dell’impasto e formate un salsicciotto. Tagliatelo a tacchetti non troppo grandi e passate ogni pezzetto sui denti di una forchetta, su un piccolo tagliere lavorato o come faccio io su un “crivo”, per conferirgli le tipiche righe degli gnocchi. Adagiate i turdilli appena fatti sopra un canovaccio di lino e procedete allo stesso modo con il restante impasto.

  3. Turdilli calabresi ricetta di famiglia passione e gusto con Mariafrancesca

    Data la forma, mettete sul fuoco una padella antiaderente a fondo largo con abbondante olio di semi. Non appena l’olio sarà ben caldo, friggete i dolci un po’ alla volta. Sono pronti quando avranno assunto un bellissimo colore giallo dorato da entrambi i lati.

    Togliete dal fuoco con una schiumarola e adagiate i turdilli su carta assorbente per far perdere l’eventuale olio residuo. A questo punto fateli riposare per 12 ore prima di lucidarli con il miele.

  4. Turdilli calabresi ricetta di famiglia passione e gusto con Mariafrancesca

    Mettete in una padella capiente una tazzina di acqua e due cucchiai di miele di castagno, appena inizia a formarsi una schiumetta tuffateci i turdilli. Mescolate delicatamente con un mestolo di legno per pochi minuti. Si possono togliere quando nella padella non resta traccia del composto liquido.

    Adagiate i turdilli avvolti dal miele su un piatto da portata e gustatevi tutto il buono della tradizione calabrese.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.