Pesto di ortiche, ricetta di pesto

Il pesto di ortiche è un ottimo sugo – salsa per la pasta.

Le punte d’ortica si raccolgono in primavera e in autunno quando sono più tenere. Una volta recisa, l’ortica perde gradatamente la sua capacità urticante e dopo la bollitura la perde completamente.

Pesto di ortiche Ortaggi che passione

Pesto di ortiche

 

STAGIONALITA’  primavera e autunno (i germogli sono più teneri)

Non raccogliere le ortiche con i fiori o i semi.

Difficoltà:  facile

Tempo di preparazione:  circa 15 minuti

Tempo di cottura:  senza cottura

 

Ingredienti

  • 400 g di punte d’ortica fresche
  • 25 – 50 g (4 cucchiai)  di pinoli e/o mandorle
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extra vergine d’oliva q.b.
  • sale grosso q.b.

Tritare le ortiche, con l'aglio, i pinoli ed il sale
Sbollentare le ortiche.
Scolarle e tritarle con l’aglio, i pinoli ed il sale

PROCEDIMENTO

Consiglio di maneggiare le ortiche con dei guanti (di lattice).

Lavare bene le ortiche. Porle in una capace pentola con un filo d’acqua (potrebbe bastare l’acqua che hanno ancora sulle foglie dopo averle lavate). Sbollentarle per pochi minuti o fino a che non si ammorbidiscono. Durante la cottura, con un mestolo spingere in giù le foglie per cuocerle uniformemente.

Scolare le ortiche cotte, tenendo da parte l’acqua. Lasciarle raffreddare.

Tritarle (l’ideale sarebbe utilizzare un mortaio) con l’aglio, i pinoli ed il sale. All’occorrenza si può aggiungere la loro acqua di cottura (o dell’olio extra vergine d’oliva) per rendere il pesto più cremoso. Per ottenere un pesto granuloso non frullarlo troppo e aggiungere i pinoli solo alla fine.

Porre il pesto di ortiche in un contenitore ermetico e cospargere la sua superficie con un filo d’olio extra vergine d’oliva per evitare il formarsi di muffe e l’ossidazione.

SI CONSERVA in un contenitore ermetico
  • una settimana in frigorifero
  • sei mesi in freezer
Consigli per l'utilizzo

Ogni volta che si utilizza parte del pesto, si deve ricoprire la sua superficie con uno strato d’olio extra vergine d’oliva.

 pasta col pesto di ortiche Ortaggi che passione by Sara

Condire la pastasciutta

Qualche minuto prima che la pasta sia cotta, mettere il pesto di ortiche in una ciotola con poca acqua di cottura della pasta e/o dell’olio extra vergine d’oliva. Mescolare, aggiungere la pasta e 1 cucchiaio di formaggio grattugiato* a commensale. Rigirare e servire.

* per i vegani:  lievito alimentare.

Facebook

Precedente Uova di seppia, antipasto Successivo Asparagi con uova sode

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.