Taralli dolci all’ anice

Scommetto che dei taralli così non li avete mai visti! taralli dolci all’ anice! wow !

I taralli sono dei dolcetti Pugliesi ma conosciuti in tutta Italia, ma che dico, in tutto il mondo! ne esistono di mille varianti dolci ma anche salati; sono velocissimi da preparare, rimangono friabili, leggeri e croccantissimi, senza burro né uova!

Pochi ingredienti e abbiamo preparato uno snack dolce che mette d ‘accordo tutti quanti.

Se il gusto di questi taralli non dovesse rispettare a pieno le vostre aspettative date un occhio alla mia versione classica Taralli dolci al vino bianco, da qui potrete sbizzarrirvi con tutti gli aromi che più preferite.

Tornando a noi e a questi taralli dolci all’ anice, il sapore rimane pungente, ma allo stesso tempo gradevole e vi starete chiedendo: perché sono azzurri ? che magia è mai questa? colorante ? Affatto, sono azzurri per via della polvere blu di spirulina nell’ impasto;

Volendo abbinare un colore all’ aroma anice ho pensato all’ azzurro, tutti noi infatti abbiamo mangiato almeno una volta il famoso ghiacciolo azzurro al sapore di anice, ecco, ho voluto accostare quella memoria visiva azzurro-anice a questi taralli.

La polvere blu di spirulina è puramente un vezzo, è vegana e totalmente insapore, fa solo la sua scena.

Taralli doci all' anice
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni25 taralli
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

250 g farina 00
75 g olio di oliva
75 g vino bianco secco
25 g zucchero (più zucchero extra per copertura)
1 pizzico sale
1/2 fiala aroma anice (a gusto personale circa 4-5 g.)
3 g polvere blu di spirulina

Strumenti

Passaggi

Direi mani in pasta!, senza grosse pretesi e strumenti particolari otterremo dei fantastici taralli !

In una terrina versiamo tutti gli ingredienti secchi, vale a dire: farina, zucchero, sale, lievito:

Ingredienti pesati taralli dolci all' anice

Uniamo l’ aroma anice e la polvere di spirulina, poi a filo l’ olio e successivamente il vino bianco secco e iniziamo a impastare con le mani fino ad ottenere un panetto liscio e morbido come in foto:

panetto impasto crudo taralli dolci all' anice

Mettiamo da parte il panetto giusto il tempo di preparare l’ occorrente per i prossimi passaggi;

versiamo su un piatto lo zucchero semolato extra e teniamo da parte;

riprendiamo il panetto di impasto e creiamo dei tocchetti di 20 gr. l’ uno, ricaviamo dei filoncini, li attorcigliamo su sé stessi, li passiamo nello zucchero e li poggiamo su una teglia foderata con carta da forno come in foto:

Taralli dolci all' anice pronti per essere infornati

A questo punto sono pronti per essere infornati in forno statico a 185 gradi per 20-25 minuti; saranno cotti quanti saranno ben dorati sul fondo e croccanti in superficie.

A quel punto sfornateli e lasciateli freddare a temperatura ambiente.

Conservazione e consigli

I taralli dolci all’ anice si conservano per 5-6 giorni coperti da un canovaccio, lasciati in un luogo asciutto.

Non a tutti appaga l’ occhio mangiare dei dolcetti blu\azzurri o non sempre si riesce a trovare la polvere blu di spirulina in commercio ( la si trova in negozi Bio particolari), per tale motivo può essere semplicemente omessa dalla ricetta.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!