Crea sito

Colazione all’italiana o all’americana?!!

marmellata arance fatta in casa

Colazione all’italiana o all’americana?!! Questo è il dilemma!!! La colazione è il primo pasto più importante, fondamentale per affrontare al meglio la giornata che abbiamo davanti!! Fornisce al nostro organismo tutta l’energia di cui ha bisogno durante le 24 ore. Navigando qua e la ho potuto constatare che la giusta quantità di calorie da assumere al mattino dovrebbe essere pari al 20% del fabbisogno calorico dell’intera giornata, per un totale di circa 350 calorie. Per abitudine non ho mai saltato la prima colazione! Per me è fondamentale appena sveglia, altrimenti non riesco a carburare!!! La mia è una classica colazione all’italiana che consumo nella mia cucina, in tutta tranquillità, con la radio accesa a tenermi compagnia! Per me una tazza di caffè e latte (bollente e parzialmente scremato!!) con biscotti light fatti in casa, oppure ciambellone, plumcake o muffins rigorosamente senza burro, più sani e ugualmente gustosi! Accanto a chi, come me, fa colazione a casa, c’è chi ama fare colazione al bar! E allora vai con cappuccino e cornetto, crostate, paste e dolcetti di ogni tipo che rendono la nostra colazione un momento di puro piacere! E poi ci sono i Nutella Lovers, quelli che… senza Nutella che mondo sarebbe!!! C’è per finire chi sceglie una colazione light e preferisce bere soltanto un caffè, oppure spalmare su una fetta di pane (o fette biscottate) un pò di burro e marmellata, chi mangia uno yogurt con cereali, oppure frutta di stagione o spremute d’arancia. Insomma, la colazione all’italiana è la migliore da un punto di vista nutrizionale, ideale per un giusto rifornimento di energia e, soprattutto, a basso contenuto di grassi.

plumcake cioccolato e arancia

La famosa colazione all’americana o all’inglese, invece, è molto più ricca e sicuramente più calorica!!! Si può consumare succo d’arancia, caffè (solubile o americano), latte, tea, cioccolata, e poi toast imburrati, uova fatte in tutti i modi!! (alla coque, sode, al piatto con bacon, strapazzate, al tegame), oppure cereali, latticini (yogurt, ricotta, formaggi), succhi di frutta, affettati, frutta fresca o sciroppata, carne, pesce e i dolci, come i famosi pancakes con lo sciroppo d’acero oppure i buonissimi muffins con caffè o tè.

pancake americani

Insomma, la colazione all’americana o all’inglese è senza dubbio una goduria per il nostro palato ma non per il nostro fegato!! Ricordo ancora quando, ai tempi del Liceo, andammo in gita a Praga (se non ci siete mai stati ve la consiglio, è splendida), la mattina ci aspettava una fantastica colazione a buffet, sulle tavole potevamo trovare ogni ben di Dio ed era sicuramente piacevole affrontare la giornata in quella maniera…!! Tuttavia fare una colazione così sostanziosa ogni mattina non aiuta di certo il nostro organismo!!! E’ pur vero che le abitudini alimentari variano da regione a regione e da una nazione all’altra! Perciò, che sia all’italiana, all’americana o all’inglese, non rinunciate mai alla vostra colazione per paura di ingrassare, tutti i più famosi nutrizionisti lo ripetono da sempre, basta non esagerare con le porzioni e soprattutto con i grassi !!! Buona colazione a tutti!!!

Articolo e Foto Gabry © copyright – tutti i diritti riservati

Vi lascio qui il link dovete troverete tante ricette sfiziose per la vostra prima colazione, leggere e facilissime da preparare, basta cliccare qui sotto: 😉
—> https://blog.giallozafferano.it/melacannellaefantasia/category/dolci-per-la-colazione/

Se non vuoi perderti nemmeno un articolo di questo blog iscriviti alla newsletter e riceverai gratis tutte le mie ricette nella posta elettronica 🙂 Dimenticavo, diventa fan della mia pagina facebook Mela Cannella e Fantasia per essere sempre aggiornato 😉

biscotti cocco e cioccolato

Molte mie Ricette sono state pubblicate nel Sito:
#RicetteBloggerRiunite
Grazie al Gruppo @RBR 🙂

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!) e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.