Vitello all'olio

Oggi vi presento una ricetta estremamente gustosa, preparata già più volte e destinata a finire nei best of della Lifferia: il vitello all’olio, oppure, tanto per precisare, il vitellone.

La ricetta arriva dritta dritta dal blog di Deborah, mia omonima, amica e autrice del blog Gusto Sano. Io l’ho provata sia con la carne di vitello che con la carne di vitellone, un pochino più economica e un poco più saporita e mi è piaciuto in entrambi i modi. Dal canto mio, ho apportato alcune modifiche alla ricetta originale di Deborah: il suo vitello all’olio, infatti, ha un gusto molto delicato e gentile, perfetto per i palati più raffinati; alla Lifferia, abbiamo una predilezione per i sapori più accentuati, dunque ho calcato di più la mano, per ottenere un gusto più incisivo.

Questo particolare tipo di cottura, lenta e a fiamma bassa, consente di ottenere una carne tenerissima e non stopposa, perfetta per quelle occasioni in cui desiderate “trattarvi bene” con un piatto semplice e gustoso: benchè i tempi complessivi di preparazione del vitello all’olio siano un po’ lunghi, in realtà vi ruberanno poco tempo e, in generale, la ricetta è molto semplice e alla portata di tutti.

Vitello all'olio

•••••

vitello all’olio

scarica la ricetta stampabile

ingredienti | 3 persone

1 kg di carne di vitello (oppure vitellone) per brasati o stufati *
550 ml di olio extravergine d’oliva
550 ml di vino bianco secco
8 acciughe
6 foglie d’alloro
4 spicchi d’aglio
3 coste di sedano
3 carote
2 cipolle
2 cucchiai di prezzemolo tritato
4 pugni di pangrattato
un cucchiaino di sale
pepe

* Ho scelto il cappello del prete, conosciuto anche come suora, paletta, muscolo o copertina di spalla.

procedimento

Lavare e mondare le verdure; pelare l’aglio e schiacciarlo. In una pentola, preferibilmente in terracotta, disporre la carne, quindi versare l’olio, il vino e, qualora la carne non risultasse coperta dai liquidi, aggiungere un bicchiere d’acqua. Spolverizzare con una macinata di pepe e aggiungere il sedano, le carote, le cipolle, l’aglio schiacciato, le acciughe e le foglie di alloro, quindi coprire e lasciar cuocere per circa 3 ore dal bollore, girando la carne di tanto in tanto.

Trascorso questo tempo, rimuovere la carne dalla pentola e trasferirla su un vassoio. Rimuovere le verdure e l’alloro, quindi far ridurre il condimento a fiamma vivace: qualora dovesse rimanerne troppo, eliminarne qualche mestolo. Unire il pangrattato ed il sale, quindi amalgamare il tutto con una frusta, lasciando cuocere per alcuni minuti, fino ad ottenere una salsa densa e corposa. Spegnere il fuoco, aggiungere il prezzemolo e mescolare bene.

Affettare la carne, distribuivi qualche mestolo della salsa preparata e servire subito.

un consiglio in più

Qualora prepariate in anticipo il vitello all’olio, oppure nel caso in cui si sia raffreddata troppo la salsa, trasferite le fette di carne in un tegame e riscaldatele con un mestolo di salsa, quindi servite ben calde.

•••••

Vitello all'olio

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della Lifferia,
seguimi sulla pagina Facebook e diventa fan! :-)

Lifferia è anche tu TwitterGoogle+ e Pinterest!

2 Commenti su Vitello all’olio (saporito e morbidissimo)

  1. E’ un onore essere presente nel tuo blog.
    Sebbene tu e La Lifferia continuiate ad esser fonte di grande ispirazione per me, sono felice che questa ricetta ti sia piaciuta <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.