Cozze alla marinara

Cozze alla marinara

Il modo più semplice e veloce per preparare questi deliziosi molluschi, che cotti in questo modo mantengo intatto tutto il loro sapore.

Se vi piacciono le cozze potete trovare altre ricette abbinate alla pasta come gli spaghetti A.O.P. e cozze, oppure le cozze gratinate al pomodoro per un antipasto insolito e molto saporito.

  • CucinaItaliana

Ingredienti per le Cozze alla marinara

  • 2 kgCozze
  • 1/2 bicchiereVino bianco
  • 1 spicchioAglio
  • 1 ciuffoPrezzemolo
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.pepe nero

Preparazione delle Cozze alla marinara

  1. Raschiare le cozze, lavarle e rilavarle diverse volte.

    Togliere la “barba”.

    Mettere in un tegame l’olio e gli spicchi d’aglio e far andare alcuni minuti.

  2. Aggiungere le cozze e il vino.

  3. Mettere il coperchio e far andare a fuoco vivo.

    Una volta che le valve si saranno totalmente aperte, aggiungere il prezzemolo tritato, il pepe nero e spegnere.

  4. Portare in tavola e buon appetito!

Note da wikipedia:
Il mitilo mediterraneo è edule, ma il suo consumo richiede molte precauzioni poiché esso può essere facilmente ricettacolo di batteri e/o virus molto pericolosi, specialmente se cresciuti in zone marine prossime a scarichi urbani od in zone ove le correnti marine trascinano elementi provenienti da acque reflue. Infatti essi, come d’altro canto tutti i lamellibranchi, filtrano attraverso le loro branchie una gran quantità di acqua trattenendone particelle e microorganismi in essa sospesi. I mitili potrebbero essere utilizzati proficuamente nella bio depurazione dei reflui urbani infatti una singolo mitile è capace di depurare 4 litri di acqua inquinata all’ora.
Per i motivi suddetti è sconsigliabile l’uso invalso di mangiarli crudi, conditi con succo di limone. In alcune zone del meridione d’Italia questo modo di cibarsene è considerato, erroneamente, apportatore di effetti afrodisiaci. La credenza poi, che succo di limone spruzzato sul mollusco uccida i batteri è assolutamente infondata, dato che per eliminare tutti i batteri il succo di limone impiegherebbe diverse ore, o addirittura giorni.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lemieloverie

Non sono uno chef, né tanto meno chissà quale cuoca, ma mi è sempre piaciuto cucinare e la mia passione è diventata anche un lavoro, ho gestito per 10 anni il Chiosco le coccinelle a Ravenna. Raccolgo in questo blog le miei ricette, quelle recuperate di famiglia e tutte quelle che nel tempo ho provato e che mi sono particolarmente piaciute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.