Calamarata allo scoglio con burrata

 La calamarata,  non é come il nome fa pensare, un primo piatto a base solo di calamari, ma piuttosto un piatto di mare, la cui pasta, nello specifico, “i mezzi paccheri”, viene chiamata così.

Ecco la mia versione allo scoglio..

La Calamarata allo scoglio con burrata è un primo piatto tutto da assaporare..

  • Preparazione: 2 Ora
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 Persone

Ingredienti

  • 350 g Calamarata
  • 2 Seppie
  • 2 Calamari
  • 1/2 kg Gamberi
  • 1/2 kg Frutti di mare misti
  • 200 g Pomodorini ciliegino
  • 3 spicchi Aglio
  • 1 bicchiere Vino bianco
  • Olio extravergine d'oliva
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe
  • q.b. Prezzemolo
  • q.b. Burrata

Preparazione

  1. Per preparare la calamarata allo scoglio con burrata, mettere 3 cucchiai di olio evo in una padella e farvi rosolare brevemente uno spicchio d’aglio privato dell’anima centrale ( deve solo imbiondire ).

    Gettarvi i frutti di mare sciacquati sotto l’acqua corrente e coprirli subito con un coperchio per far aprire le valve.

    Far andare per circa 5 minuti e controllare che siano tutti aperti. Spegnere, togliere dal fuoco e far intiepidire ( non lasciateli troppo sul fuoco altrimenti diventano gommosi, devono solo aprirsi).

    Sgusciare i frutti di mare tenendone da parte qualcuno per decorare il piatto.

    Mettere i frutti in un contenitore e filtrare, con un colino, il liquido di vegetazione che potrebbe contenere sabbia.

    Conservare il liquido a parte.

    Mettere in una capace padella 3 cucchiai di olio evo e uno spicchio d’aglio privato dell’anima centrale e appena biondo, toglierlo e gettarvi i gamberi senza sovrapporli.

    Cuocere a fiamma viva e appena cambiamo colore ( basteranno pochi minuti ), girarli dall’altro lato.

    Cuocere ancora un paio di minuti e sfumare con mezzo bicchiere di vino.

    Far evaporare il vino e unire i pomodorini tagliati in due, lasciandone da parte 5/6 da mettere freschi alla fine.

    Salare  e pepare.

    Spegnere la fiamma e far raffreddare.

    Sgusciare i gamberi tenendone qualcuno con testa e coda per decorare il piatto.

    Rimuovere le pellicine ai pomodori e lasciare la polpa.

    Tenere da parte i gamberi, lasciando il sughetto nella padella

    Eviscerare e togliere la pelle alle seppie e calamari

    Tagliare i calamari ad anelli.

    Ridurre le seppie a pezzettini regolari

    Mettere 3 cucchiai di olio in una padella e far imbiondire un aglio privato dell’anima.

    Togliere l’aglio e gettarvi i calamari e le seppie.

    Far rosolare e appena diventano rosa sfumare con il resto del vino bianco.

    Far evaporare, salare e togliere dal fuoco

    Mettere sul fuoco la pentola con abbondante acqua e calarvi la pasta.

    Salare al bollore e calcolare metà del tempo indicato sulla confezione.

    Scolare la pasta, mantenendo l’acqua di cottura che ci servirà per terminare la cottura della pasta.

    Mettere la pasta nella padella con il sugo e farla cuocere a fiamma viva aggiungendo man mano l’acqua di cottura della pasta quando asciuga.

    A un minuto dalla cottura aggiungere i gamberi, le seppie e i calamari e i frutti di mare.

    Ultimare con prezzemolo tritato, pepe ed il resto dei pomodorini tagliati a quarti.

    Mantecare con la burrata e servire.

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.