POLPETTINE DI QUINOA, AL FORNO

Polpettine di quinoa cotte in forno, buone, facili da preparare, leggere, economiche… ottime.
Queste polpettine sono buone sia calde sia fredde, sono quindi molto adatte anche per un buffet o un picnic.

Polpettine di quinoa

POLPETTINE DI QUINOA, AL FORNO

Ingredienti per circa 30-35 polpettine:
150 g di quinoa
1 carota (70-80 g)
1 patata (150 g)
1 uovo + 1 tuorlo
50 g di parmigiano grattugiato
100 g circa di pane grattugiato molto finemente
sale
pepe
olio

salsa: maionese + yogurt + prezzemolo

contorno: pomodori, insalata (quella che preferite)

Pelate la patata e la carota.
Sciacquate molto bene la quinoa sotto l’acqua corrente fredda per un paio di minuti, è molto importante, poi cuocetela in acqua bollente salata per 15 minuti insieme alla patata e alla carota; scolate e lasciate raffreddare.

Schiacciate la patata e la carota, se fossero troppo dure grattugiatele con la grattugia a fori grandi.
Riunite in una terrina la quinoa, la patata e la carota, il formaggio, l’uovo intero, il tuorlo, pochissimo sale e il pepe.
Mescolate con cura e, se l’impasto vi sembra troppo umido, aggiungete un po’ di pane grattugiato.
Tenete l’impasto in frigorifero per un paio di ore.

Preriscaldate il forno a 180-200°C; foderate una teglia con carta da forno leggermente unta d’olio.

Con le mani bagnate formate con l’impasto delle palline grandi come una noce (le mani andranno sciacquate spesso), passatele nel pane grattugiato e sistematele nella teglia.
Le polpettine di quinoa cuociono in circa 25-30 minuti.

La salsa si prepara mescolando maionese, yogurt e un po’ di prezzemolo e dosando gli ingredienti secondo il proprio gusto.

Potete servirle in modo tradizionale con il contorno e la salsa a parte, oppure in versione buffet/picnic.

Iniziate mettendo sul fondo del barattolino un po’ di salsa, poi i pomodorini, le polpettine, l’ insalata.

polpettine di quinoa, al forno

Ricette con la quinoa.

Ciao!

Se ti fa piacere puoi seguirmi su  Facebook

Precedente CALZONE CON RICOTTA, CARCIOFINI E PESTO Successivo DOLCE DI PATATE E MANDORLE, senza glutine

Lascia un commento