GELATO ALLA RICOTTA, facile e senza gelatiera

Gelato alla ricotta, facile da fare  e non serve la gelatiera!
La consistenza è più simile a quella di un semifreddo, ma in un mio libro di cucina passa per gelato: poco importa, è davvero molto buono, andrebbe provato…

gelato alla ricotta

GELATO ALLA RICOTTA
facile e senza gelatiera

Ingredienti per 1 stampo da 18-20 cm oppure 4-6 coppette
400 g di ricotta
4 tuorli
150 g di zucchero a velo
50 grammi di cioccolato tritato
(oppure canditi, uvette)
1 cucchiaio di rum o marsala (facoltativo)

4-5 cucchiai di granella di pistacchi
frutta a piacere
zucchero a velo per decorare

Per ottenere un buon gelato la ricotta deve essere asciutta, mettetela quindi a scolare per un paio d’ore in un colino, appoggiato su una ciotola, in frigorifero e coperta.

***************

Frullate brevemente la ricotta per renderla cremosa, oppure passatela al setaccio.

Frullate i tuorli con lo zucchero per 4-5 minuti finché diventeranno spumosi; aggiungete prima la ricotta a cucchiaiate, frullate e amalgamate, poi il cioccolato tritato (oppure dei canditi o delle uvette) e mescolate a mano.

Se volete servire il gelato come se fosse una torta, mettetelo in uno stampo foderato con pellicola da cucina (fatela debordare, vi sarà più facile sformarlo), coprite lo stampo e tenetelo in freezer per almeno 4-5 ore.

Sformatelo e decoratelo secondo i vostri gusti: con frutta, della granella di pistacchi, dello zucchero a velo.
Decoratelo appena prima di consumarlo e tenete presente che questo tipo di gelato si scioglie piuttosto in fretta.

Se invece lo preferite cremoso, da servire in coppette, toglietelo dal freezer e mettetelo in frigorifero 30 minuti prima di servirlo.

Gli albumi si possono surgelare e utilizzare in seguito, magari per preparare:
 meringhe,
la pavlova,
la torta con albumi e uvette di P.Artusi,
la frittata di albumi
,
la meringa ai lamponi.
sformatini di verdura senza impasto

Ciao.

Se ti fa piacere puoi seguirmi su Facebook

Precedente INSALATA DI ZUCCHINE - RICETTA MOLTO FACILE Successivo INSALATA DI POLLO MIMOSA

Lascia un commento