MERINGHE

 

Meringhe, da gustare con il caffè, irresistibili sia al naturale che farcite con un po’ di cioccolato, oppure intinte prima nel cioccolato, poi nella granella di pistacchio!
La ricetta è quella della pavlova  e ve la ricopio.

Meringhe

MERINGHE

Ingredienti: 
100 g di albumi a temperatura ambiente 
100 g di zucchero semolato
100 g di zucchero a velo
1 cucchiaino di succo di limone
100 g circa di cioccolato

50 g circa di granella di pistacchio


Preriscaldate il forno, ventilato, a 100 °C.
Foderate una teglia con carta da forno.
Per evitare che la carta si muova mentre spremete le meringhe (succede!) dovete semplicemente sporcare la teglia con qualche ciuffetto di impasto, mettere la carta da forno, farla aderire e lavorerete senza problemi.

Pesate gli albumi, possono essere di più o di meno dei 100 g indicati; la cosa da ricordare è che la quantità di zucchero necessaria è sempre il doppio del peso degli albumi.

Frullate gli albumi con lo zucchero semolato, aggiunto un po’ alla volta, per circa dieci minuti, mentre frullate aggiungete anche il succo di limone.

Versate sull’impasto ormai ben montato (e utilizzando un passino), una metà dello zucchero a velo, mescolate a mano, lentamente, con un movimento dall’alto in basso; quando sarà ben incorporato aggiungete l’altra metà dello zucchero, sempre a mano e con delicatezza.

Riempite con il composto  un sac à poche.
Potete prepararlo anche in maniera casalinga utilizzando la carta da forno: dovete solo arrotolarla creando un cono e, una volta riempito, tagliare la punta.

Spremete la meringa cruda sulla carta da forno.
Le meringhe devono cuocere per un’ ora e mezza, poi rimanere nel forno spento, ma con la porta socchiusa, per altri trenta minuti.

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria tiepido e decorate le meringhe come preferite.

Come vedete la ricetta non è difficile, in pratica basta frullare gli albumi con lo zucchero seguendo qualche piccola regola, ma il risultato vi stupirà

Pavlova

Ciao!

PS Se avete surgelato degli albumi potete utilizzarli tranquillamente, basta farli scongelare lentamente in frigorifero e toglierli 30 minuti prima di utilizzarli portandoli a temperatura ambiente.

 Se ti fa piacere puoi seguirmi su Facebook

 

Precedente PRANZO DI PASQUA Successivo CARCIOFI TRIFOLATI, CON PROSCIUTTO

Lascia un commento