Crea sito
I pasticci di casa mia

Panini per hamburger con lievito madre

Ormai da mesi,  molto prima che iniziasse la quarantena ho iniziato a preparare tutti i miei lievitati con LM, quindi non potevano mancare i panini per hamburger con lievito madre. Ovviamente in questo mio blog, non manca la ricetta con lievito di birra che troverete qui, e in effetti questa è la rivisitazione della ricetta precedente, adattata al lievito madre. Ho dovuto riadattare un po’ farina e liquidi e sono venuti benissimo. Con le dosi che vi darò otterrete 18 panini da gr. 100 l’uno.

Panini per hamburger con lievito madre
Panini per hamburger con lievito madre

Panini per hamburger con lievito madre

Ingredienti per l’impasto

gr. 480 farina 00
gr. 480 farina manitoba
gr. 200 lievito madre rinfrescato
ml. 80 acqua tiepida
gr. 10 miele
gr. 60 zucchero
ml. 400 latte tiepido
gr. 25 sale
gr. 160 burro ammorbidito

Per la copertura

1 tuorlo d’uovo
30 ml. di panna
gr. 40 semi di sesamo

Preparazione
  • Nella ciotola della planetaria sciogliete il lievito madre con l’acqua tiepida
  • Unite le farine insieme allo zucchero e mettete in funzione affinché si arieggino, poi aggiungete il latte tiepido e impastate qualche minuto
  • aggiungete poi il sale
  • quando tutta la farina è stata incorporata ai liquidi, iniziate ad aggiungere il burro ammorbidito, un pezzetto alla volta, prima di aggiungere il pezzo successivo, aspettate che il precedente si sia incorporato
  • una volta incorporato tutto il burro, fate lavorare la planetaria per circa 1/2 ora o comunque sino a che l’impasto non sia ben incordato
  • a questo punto versate l’impasto sul piano di lavoro e impastate ancora a mano per qualche minuto e formate una palla
  • mettete poi l’impasto in una ciotola, coprite con della pellicola e lasciate lievitare per tre ore in un luogo caldo
  • riprendete l’impasto e prelevate del pezzi di pasta di circa 100 gr. l’uno,
  • lavorate ogni pezzetto per riottenere un impasto omogeneo e formate delle palline che metterete man mano in una teglia foderata da carta forno
  • una volta formati tutti i panini coprite nuovamente e lasciate lievitare per almeno 12 ore  in luogo caldo, devono raddoppiare di volume
  • passato questo tempo accendete il forno a 175°
  • sbattete il tuorlo con la panna (in mancanza potete usare il latte) e spennellate la superficie di tutti i panini
  • cospargete tutti i panini con i semi di sesamo.
  • infornate e cuocete per 30 minuti circa o comunque sino a che non risulterannoben dorati
  • fateli poi raffeddare su una gratella

Potete surgelare i panini e scongelarli all’occorrenza.
Se ti piacciono le mie ricette seguimi anche su Facebook sulla mia pagina I pasticci di casa mia rimarrai sempre aggiornato su tutti i miei articoli. Mi raccomando per visualizzare i miei articoli clicca mi piace sulla pagina, grazie.
Se invece vuoi farmi qualche domanda, o lasciarmi semplicemente un commento, compila il modulo che trovi qua sotto. Ciao e alla prossima ricetta.

Pubblicato da ipasticcidicasamia

Mi chiamo Silvana, non più giovanissima, sposata, con due figli ormai grandi, Fabio e Valentina. Fabio vive e lavora lontano da casa, Valentina, studentessa universitaria, vive ancora in famiglia. Ho un lavoro a tempo pieno da ben 36 anni, in una pubblica amministrazione e una grande passione: la cucina. In questa mia passione ho coinvolto Valentina che si diletta con me in cucina. Siamo due pasticcione impunite. Ci divertiamo molto a cucinare insieme, ma sopratutto a bisticciare. Vi chiederete perchè pasticcione, semplice, non abbiamo entrambe alcuna cognizione sulla coreografia del piatto, riusciamo a fare buone ricette, ma la presentazione lascia sempre molto a desiderare. Il nostro motto: Non sempre belli, ma sempre buoni. Mi auguro che anche voi, sperimentando le nostre ricette, concordiate con noi sulla bontà e non sull'aspetto. Dimenticavo una cosa importante, ma mi raccomando non ditelo a Valentina, spesso io mi prendo il merito delle sue ricette :) La nostra pecca? La coreografia dei piatti è per noi qualcosa di veramente sconosciuto. Pazienza, la speranza è l'ultima a morire. Un giorno, forse.... miglioreremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »